Terracina, 43enne aggredisce la nuova compagna dell’ex marito

Terracina, 43enne aggredisce la nuova compagna dell’ex marito

Gli Agenti della Polizia di Stato  del Commissariato di Terracina, dopo un’attività istruttoria concertata con la Divisione Anticrime della locale Questura hanno proceduto all’Ammonimento del Questore nei confronti di una donna di 43 anni, incensurata  del luogo, per aggressioni e comportamenti riconducibili alla disciplina legale dello stalking.

Questa volta a mettere in atto questo genere di comportamenti, spesso compiuti da figure maschili, è quindi stata una donna che ha rivolto la sua aggressività per un matrimonio ormai finito verso la nuova compagna del marito, che intimorita  dalle aggressioni subìte si era rivolta al Commissariato di Terracina con una formale richiesta di Ammonimento.

Nella richiesta la vittima ha anche narrato che in un’occasione, nell’abitazione che divideva con l’ex marito della donna, trovandola in casa da sola l’aveva aggredita, arrivando finanche a provocarle lesioni personali.

L’attività istruttoria ha permesso di appurare la fondatezza delle circostanze riferite dalla vittima e pertanto la stalker, è stata convocata negli Uffici di Polizia e le è stato irrogato l’Ammonimento del Questore di Latina, diffidandola a rimettere in atto qualsivoglia comportamento lesivo nei confronti della rivale in amore; comportamenti che se ripetuti nuovamente darebbero luogo all’immediata denuncia all’Autorità Giudiziaria e l’avrebbero resa passibile anche dell’arresto immediato.

Lo stalking, come illustrato dal caso in questione, è fenomeno più diffuso di quanto non si creda e trasversale a tutta la società: non sono quindi solo uomini gli autori di questi comportamenti ma ormai anche svariate donne e la risposta delle istituzioni è per tutti uguale, l’ammonimento del Questore e successivamente, quando le azioni illegali continuano, gli strumenti previsti dalla legge, non meno incisivi, la denuncia, l’arresto in flagranza, gli arresti domiciliari, anche con braccialetto elettronico e, nei casi estremi, la custodia cautelare in carcere.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]