GAETA, DEBITO DI 400MILA EURO DEL COMUNE ALLA SOES. LA SOCIETA' VUOLE RICONTRATTARE L'AFFIDAMENTO

GAETA, DEBITO DI 400MILA EURO DEL COMUNE ALLA SOES. LA SOCIETA' VUOLE RICONTRATTARE L'AFFIDAMENTO
"Un autovelox"

“Un autovelox”

Vanta crediti per centinaia di migliaia di euro, registra ribassi agli introiti con crolli percentuali fino al 50 percento e con previsioni di perdita ingenti nell’esercizio di bilancio del 2013. Insomma la situazione finanziaria della Soes, la società che gestisce la sosta e la lavorazione dei verbali a Gaeta, è sotto la scure della grave crisi economica. Ed è proprio a Gaeta che la situazione si fa più complicata che altrove.

Allo stato attuale infatti la società vanta un credito di circa 400mila euro nei confronti del Comune relativamente al corrispettivo dovuto sul fronte della lavorazione dei verbali anch’esso affidato alla Soes. Una cifra considerevole che pesa sulla sopravvivenza della società, ma solo marginalmente rispetto a ben altri nodi economici da districare. Va ricordato come nel solo Comune di Gaeta la società di ausilio alla viabilità abbia impegnati in organico ben 42 lavoratori, quasi tutti in regime di full time, che costano circa un milione di euro all’anno.

Ora, considerando che nonostante i costi per il personale siano molto elevati, e ricoprano quindi un peso specifico maggiore nell’economia di bilancio, gli stipendi vengono tuttavia pagati con regolarità e non ci sono, almeno all’orizzonte, problemi relativamente ai posti di lavoro. Che di questi tempi è davvero una merce rarissima.

Tuttavia, rispetto a quanto detto finora, ad aggravare la situazione finanziaria si aggiungono due aspetti che rischiano di far precipitare il precario equilibrio dell’affidamento. Anzitutto il credito non ancora corrisposto dalla pubblica amministrazione comunale. Ma non solo, perché, probabilmente, è ancora più grave il considerevole calo di affluenze nel periodo estivo che va calcolato almeno in sei mesi, quindi, mezzo esercizio 2013. Calo di affluenze al quale è corrisposto anche un calo dei verbali e soprattutto delle multe elevate in seguito alle famigerate fotografie degli autovelox.

Mentre si sta per chiudere il mese di luglio 2013, i verbali lavorati si sono attestati a circa 14mila unità mentre va calcolato che nell’anno passato si sono contati per tutto l’anno circa 60mila verbali. Verbali che la Soes, come detto, è demandata a redigere, e deve quindi anticipare le spese di lavorazione e notifica della multa per poi vedersi riconoscere 7 euro circa a verbale. Insomma di questo passo si stima che a fine anno i verbali elevati, nella migliore delle ipotesi, dovrebbero attestarsi intorno alle 30mila unità e quindi il cinquanta percento in meno rispetto all’anno passato.

Anche per questo motivo secondo indiscrezioni sarebbe al vaglio della società, in accordo con l’amministrazione comunale, una ritrattazione dell’appalto per permettere alla Soes di superare questa fase senza intaccare i posti di lavoro. Sconosciuti i termini dell’accordo che potrebbe a questo punto iniziare a partire dal prossimo autunno. Anche perché il 2013 potrebbe far registrare perdite per circa 300mila euro.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social