FORMIA, ASILO ''LA VECCHIA QUERCIA'': RAGGIUNTO L'ACCORDO PER IL REINTEGRO DELLE OPERATRICI. LA CGIL LO IMPUGNERA'

FORMIA, ASILO ''LA VECCHIA QUERCIA'': RAGGIUNTO L'ACCORDO PER IL REINTEGRO DELLE OPERATRICI. LA CGIL LO IMPUGNERA'
*Le operatrici dell'asilo comunale con il segretario Morgia*

*Le operatrici dell’asilo comunale con il segretario Morgia*

Torneranno oggi al lavoro all’asilo comunale “La Vecchia Quercia” di Formia le dodici operatrici della coop Giardini d’Infanzia. Un rientro che nelle ultime quarantotto ore è stato fortemente in dubbio a causa del mancato accordo durante la riunione dell’altro ieri tra le operatrici, che da quindici anni gestivano la struttura, e i vertici della la coop subentrate Le.Sa.Sca. per conto del consorzio Intesa.

Un accordo con riserva e che il segretario provinciale Cgil Giulio Morgia ha già annunciato verrà impugnato in base all’articolo 15 che riferisce gli obblighi dell’appaltatore in materia di trattamento del personale. In particolare dove si fa riferimento al fatto che “al personale non potrà, in nessun caso, essere applicato un trattamento retributivo e previdenziale inferiore a quello goduto alla data di passaggio di gestione”. Come invece non sarebbe avvenuto nel caso specifico.

*Momenti concitati ieri mattina all'esterno dell'asilo*

*Momenti concitati ieri mattina all’esterno dell’asilo*

Successivamente al tavolo saltato lunedì, infatti, nella giornata di ieri formalmente le dodici operatrici erano rimaste senza contratto e fuori dalla struttura riunite in un “sit in” in via Vitruvio. Tra l’altro costringendo la coop subentrante, per proseguire nello svolgimento del servizio, all’inserimento di personale interinale. Attimi di tensione fuori l’asilo con l’ingresso nella struttura di soli quindici bambini, invece dei trentatre usuali, e la ricerca di un accordo in extremis che è poi arrivato in serata, per quanto accolto con riserva.

Allo stato, infatti, per tutte le operatrici, tranne la coordinatrice, la riassunzione è avvenuta con contratto sì a tempo indeterminato ma su undici mesi e non dodici, escluso agosto, riduzione del livello da D3 a D2, degli orari lavorativi, da 27 ore a 22 ore, garantendo solo il minimo giornaliero e un risparmio complessivo alla coop subentrante di circa 250 euro lordi a operatrice.

“L’azienda ci ha detto di non riuscire a sostenere anche la spesa di agosto – ha spiegato il segretario Morgia – ragione per cui nei prossimi giorni valuteremo ogni azione sindacale compresa l’impugnazione del contratto. Di fatto le lavoratrici vengono assunte sì ma contravvenendo a quanto era previsto all’articolo quindici del capitolato d’appalto”.

L’ingresso della Coop Le.Sa.Sca. all’asilo “La vecchia Quercia” era avvenuto venerdì a seguito del pronunciamento del Consiglio di Stato che aveva respinto il ricorso contro l’affidamento dell’appalto per complessivi trentuno mesi da parte della coop Giardini d’Infanzia. Una vicenda amministrativa cominciata nel febbraio del 2012 con l’apertura delle buste e proseguita in successivi gradi di giudizio fino ai primi del maggio scorso. Se ora la situazione tornerà a una certa normalità, come auspicano genitori, operatori e coop subentrante, questo lo si scoprirà solo nelle prossime settimane.

 

IL COMMENTO ALL’ACCORDO DEL LEGALE DELLA COOP SUBENTRANTE

*L'avvocato Christian Lombardi*

*L’avvocato Christian Lombardi*

Situazione caotica ma soluzione in serata. E’ soddisfatto l’avvocato Christian Lombardi, legale della Le.Sa.Sca. e del consorzio Intesa, dopo l’accordo raggiunto con le operatrici ex Giardini d’Infanzia. “C’è sempre stata la piena volontà di assumere tutte le lavoratrici ma c’era un limite di carattere economico ben conosciuto ovvero avere un minimo di disponibilità marginale per poter fare una qualsiasi operazione all’interno della struttura: da nuove suppellettili a opere di manutenzione ordinaria. Il tutto al fine di partire con il piede giusto con la nuova gestione”. Unico punto fermo che il legale ha inteso ribadire come già in passato è che “Il bene dei bambini, come abbiamo avuto modo di sottolineare ai genitori, è sempre stata la nostra priorità e, senz’altro, lo abbiamo perseguito in tutta questa lunga vicenda”.

LA VICENDA

***ARTICOLO CORRELATO*** (Regione Lazio, Forte: “In arrivo 18 nuovi asili” – 16 gennaio 2011 -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Formia, asilo ”Le Querce”: il Tar respinge il ricorso della coop ”Giardini d’Infanzia – 22 febbraio -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (VIDEO – Formia, asilo “Le Querce”: dopo la vittoria al Tar, il Consorzio Intesa prepara la diffida per il Comune – 23 febbraio -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Formia, asilo Le Querce: la Giardini d’Infanzia ricorre al Consiglio di Stato – 27 marzo -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Formia, asilo Le Querce: la precisazione della coop Intesa – 28 marzo -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Formia, asilo Le Querce: nuova diffida al Comune. Il Consiglio di Stato decide il 7 maggio – 22 aprile -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Formia, affidamento asilo Le Querce: i genitori tengono i bambini a casa – 24 aprile -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Formia, asilo “La Vecchia Quercia”: il Consiglio di Stato respinge il ricorso. “Giardini d’Infanzia” chiede al Comune l’annullamento della gara – 10 maggio -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Formia, gestione asilo “La Vecchia Quercia”: botta e risposta tra una mamma e il legale della coop subentrante – 18 maggio -)

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]