INCIDENTE MORTALE A BORGO HERMADA, DAVANTI AL GIP IL 32ENNE CHIEDE SCUSA

E’ stato ascoltato questa mattina presso la casa circondariale di via Aspromonte a Latina per l’interrogatorio di garanzia il 32enne Cristian Nechifor che la sera del 26 febbraio, ubriaco alla guida della sua Bmw, provocò un incidente a Borgo Hermada in cui perse la vita il 34enne Raffaele Vertolomo e la bimba che la moglie, giunta al settimo mese di gravidanza, aspettava.

L’uomo, di fronte al gip Tiziana Coccoluto, tra le lacrime si è detto affranto e consapevole della tragedia provocata chiedendo scusa e affermando di non sentirsi ubriaco la sera dell’incidente, anche se le analisi rivelarono un quantitativo di alcol nel sangue cinque volte superiore al limite. Quindi ha ricostruito l’incidente raccontando di come a causa del fondo stradale bagnato dalla pioggia avrebbe perso il controllo della sua auto terminata poi contro la Smart guidata dal giovane originario di Borgo Hermada.

***ARTICOLO CORRELATO*** (Terracina, Borgo Hermada: incidente mortale in via Pantini da Basso – 26 febbraio -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (VIDEO – Incidente mortale a Borgo Hermada: arrestato il conducente che ha provocato lo scontro – 1 marzo -)

You must be logged in to post a comment Login

h24Social