“LA RISCOSSIONE DELLE ENTRATE DEGLI ENTI LOCALI IN VISTA DEL 2012”, CONFRONTO AD APRILIA

È in corso presso la sala convegni dell’Hotel Enea di Aprilia un seminario di studi promosso da Anci-Ifel e dall’associazione Anutel (associazione nazionale Uffici Tributi Enti Locali) in collaborazione con il Comune di Aprilia per discutere del futuro della gestione delle entrate tributarie dal 2012, quando Equitalia Gerit non sarà più un gestore titolato alla riscossione per conto degli enti pubblici.

All’incontro hanno preso parte i dirigenti dei Settori Finanze e gli amministratori di 35 Comuni di tutta la regione Lazio, a partire dalla capitale e da Latina, capoluogo di provincia, e uno dalla Sicilia. Relatori della giornata di studi il dirigente delle Risorse Economiche del Comune di Roma, vicepresidente e docente Anutel, Maria Cinquepalmi, e l’esperto tributario, docente Anutel, Enrico Cecchin.

All’incontro hanno partecipato anche il sindaco di Aprilia Domenico D’Alessio, l’assessore alle Finanze Antonio Pio Chiusolo e il dirigente del settore Finanze dei Comuni di Aprilia e Fiano Romano Francesco Fraticelli.

Gli amministratori apriliani hanno portato all’attenzione della nutrita assemblea di tecnici la loro recente esperienza di addio alla gestione esternalizzata e di ritorno alla gestione diretta attraverso l’allestimento di un nuovo Ufficio Tributi comunale. “Vista l’autorevolezza degli interventi odierni – ha detto il sindaco D’Alessio – sto riflettendo sul fatto che se gli amministratori di Aprilia del passato si fossero affidati alla consulenza di Anutel è probabile che il Comune di Aprilia non sarebbe caduto nelle mani di una gestione maldestra come quella di Tributi Italia”.

Fraticelli, che ha seguito le fasi di transizione dall’Aser all’Ufficio Tributi, elaborando gli ultimi bilanci finanziari del Comune di Aprilia, ha chiarito gli aspetti positivi di una gestione interna delle entrate tributarie. “All’esterno un’amministrazione comunale non può affidare i tributi versati dei cittadini – ha detto Fraticelli – perché i risultati negativi si vedono, in termini non solo di servizi non erogati ma anche di minori introiti. Il cittadino che non vede tramutare le tasse in servizi perde fiducia nelle istituzioni. E, anche in buona fede, molti cittadini non pagano le tasse in assenza di quel rapporto fiduciario con il Comune che oggi vedo ritrovare grazie al lavoro dell’Ufficio Tributi. Oggi le entrate tributarie sono aumentate non solo perché non dobbiamo aggi di gestione, ma anche perché sono aumentati i versamenti spontanei dei contribuenti. E non dimentichiamoci che il Comune di Aprilia è in controtendenza rispetto alla realtà nazionale, perché nell’ultimo bilancio ha previsto un abbattimento medio del 15% della Tarsu”.

Anche l’assessore alle Finanze Chiusolo ha posto ai suoi interlocutori punti fermi sull’opportunità di gestire in house le entrate. “Molti di noi pubblici amministratori presenti in questa sede – ha detto Chiusolo – conoscono bene Tributi Italia, prima San Giorgio, prima ancora Publiconsult, perché le loro comunità hanno pagato come ha pagato Aprilia una gestione assolutamente negativa. Aprilia ha scelto una strada diversa, quella della sopravvivenza. Si è riappropriata della gestione dei tributi dopo il decennio Aser che ha causato danni incalcolabili. Un solo dato statistico su tutti spiega cosa ha sofferta Aprilia dal 1999 ad oggi. In dieci anni l’Aser ha riversato nelle casse comunali 76 milioni di euro. Nel solo 2010 l’Ufficio Tributi ha incassato 26 milioni, tra versamenti e recupero dell’evasione. La gestione diretta dei tributi permetterà al Comune di Aprilia di incassare in tre anni quanto l’Aser ha rimesso in dieci anni”.

La giornata di studio è impostata sull’analisi delle novità più recenti in tema di riscossione delle entrate degli enti locali; l’accelerazione imposta dagli ultimi interventi normativi (il cosiddetto “Decreto Sviluppo” fra tutti) sta rendendo sempre più urgente per gli uffici delle entrate degli enti l’approfondimento fra i vari tipi di gestione possibile delle proprie entrate. Il programma della giornata odierna prevede la disamina in chiave eminentemente operativa di tutti gli aspetti strategici e tecnici delle fasi di riscossione sia volontaria che coattiva. Sarà inoltre illustrata e commentata con i partecipanti un’ipotesi di gestione flessibile delle entrate tributarie ed extratributarie (ad esempio, le sanzioni amministrative) in grado di superare i nodi irrisolti del rapporto fra ente impositore, agenti della riscossione e concessionari in riscossione diretta.

Di seguito, i Comuni partecipanti: Albano Laziale, Anzio, Aprilia, Ardea, Barrafranca (provincia di Enna), Casalattico, Castelliri, Cisterna di Latina, Colonna, Cori, Fiumicino, Fonte Nuova, Formia, Frascati, Giuliano di Roma, Itri, Lanuvio, Lariano, Latina, Marino, Mentana, Minturno, Monte San Biagio, Norma, Pomezia, Pontinia, Rocca Massima, Roma, Sezze, Sabaudia, San Felice Circeo, Sermoneta, Sperlonga, Tuscania, Villa santo Stefano.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social