L’APRILIA RIMONTA DUE GOL AL CAMPOBASSO E PASSA AL PROSSIMO TURNO DI COPPA ITALIA

Nei primi minuti di gioco le due squadre in fase di studio, non creano molte occasioni da rete. Nel primo vero affondo però il Campobasso va in vantaggio. Siamo all’11esimo minuto, quando Masullo riceve la sfera sull’out di sinistra, la mette in mezzo e di prima intenzione Sivilla di destro sigla la prima rete. Dopo 7′ minuti al 18esimo il Campobasso raddoppia ancora con Sivilla. Dagli sviluppi di un calcio d’angolo battuto dai padroni di casa, la retroguardia di mister Provenza spazza bene l’area, l’Aprilia si fa trovare sbilanciata troppo in avanti e Todino dopo aver conquistato il pallone serve Sivilla che solo mette a segno lo 0 a 2. Qualche azione più tardi da un calcio d’angolo battuto da Croce, Iovene di testa mette in difficoltà Iuliano che para in due tempi. I biancoazzurri in divisa nera quest’oggi, provano ad accorciare le distanze con Branicki, che riceve palla da un lancio lungo di Aquino, e defilato dalla destra tira sul lato opposto, ma la conclusione termina di un soffio fuori. Più tardi è Iovene a cercare la rete, in mezzo alla mischia in area conquista palla, in qualche modo riesce a tirare, ma il tiro è deviato dall’estremo difensore ospite in angolo, non prima però di aver battuto sulla parte alta della traversa. Sul calcio d’angolo successivo Aquino tenta una bella conclusione in mezza rovesciata, il tiro però è parato da Iuliano. Esattamente a 5′ minuti dal termine della prima frazione di giuoco, Esposito Giovanni indisturbato incespica sul pallone, cade, si rialza ma Cruz Pereira gli toglie la sfera dai piedi, arriva davanti a Bifulco, piazza la sfera che non sorprende però il numero 1 biancoazzurro, che con una strepitosa parata, salva la propria porta. Il direttore di gara decreta 1′ minuto di recupero, Criaco dalla trequarti avanza e scambia con Branicki, entra in area e viene atterrato bruscamente da Posillipo. Per l’arbitro non ci sono dubbi è calcio di rigore. Dagli undici metri si presenta Branicki che spiazza letteralmente Iuliano e accorcia le distanze 1-2. Termina così il primo tempo con il Campobasso in vantaggio.

Nella ripresa l’Aprilia prova a proporsi in avanti per cercare di agguantare il pareggio e la qualificazione. Le due squadre però fanno trascorre 20′ minuti lottando sulla trequarti campo e senza rendersi particolarmente pericolose, al 23esimo però Marino trattiene da dietro per la maglia Ceccarelli in area, il numero 18 subentrato a Criaco cade in area. Il direttore di gara espelle Marino e decreta il penalty per l’Aprilia. Dal dischetto si presenta ancora il polacco Branicki, che spiazza di nuovo il portiere (stavolta Falcone il 12 entrato al posto di Iuliano) e sigla il pareggio 2-2. Cambia totalmente la gara e gli uomini di Vivarini con l’uomo in più a questo punto cercano il gol vittoria. Branicki al minuto 29 dal limite dell’area supera due uomini e peccando di altruismo, invece di calciare in porta, preferisce servire Ceccarelli, ma Cirillo spazza bene in angolo. Il Campobasso non riesce più ad uscire dalla propria trequarti campo, e al 43’esimo minuto l’Aprilia riesce addirittura a rimontare due reti andando a segnare con Ceccarelli l’incredibile 3 a 2. Una splendida azione tra Gomes, Branicki e Ceccarelli tutta di prima, porta quest’ultimo davanti alla porta e di piatto sigla il 3 a 2 definitivo.

FC APRILIA: Bifulco, Gomes, Crialese, Di Libero, Aquino, Esposito Giovanni, Criaco (Ceccarelli 14’st ), Croce (Salese 19’st), Calderini, Branicki, Iovene ( Esposito Vitale 30st’). A disp: Rizzardi, Esposito Vitale, Pinna, Carta, Vona. All: Vivarini.

NUOVO CAMPOBASSO: Iuliano (Falcone 1’st), Scudieri, Masullo, Marino, Posillipo, Cirillo, Sivilla, Giannattasio (26’st Fassari), Todino, Fazio, Cruz Pereira (Calamaio 19’st). A disp: Capitani, Fatticcioni, Cenciarelli, De Souza. All: Provenza.

Arbitro: Intagliata di Siracusa
Assistenti: Di Federico di Lodi e Trasarti di Teramo

Marcatori: 11’pt e 18’pt Sivilla, 46’pt Rig e 24’st Branicki Rig. 43′ St Ceccarelli

Mister Vivarini: “Noi  abbiamo sbagliato l’approccio alla gara, giocando con troppa sufficienza e con poca cattiveria. I due gol presi ci hanno svegliato e da lì in poi la squadra a cominciato a macinare e mi è piaciuta la reazione nella ripresa, perché la squadra ha dimostrato di volersi riprendere in mano la sfida e ci è riuscita. Quest’oggi ho scelto di tenere fuori alcune pedine e mandarle in campo altre, proprio perché ho una rosa talmente ampia e ben fatta che posso permettermi anche questo per verificare la condizione e la qualità di tutti quelli che ho a disposizione. Tolti i minuti iniziali abbiamo fatto una buona prestazione e sono soddisfatto di questo, sopratutto nel secondo tempo, ripeto devo elogiare tutto il collettivo per la prestazione e iol risultato raggiunto. Domenica comincia la prima gara di campionato e noi a Giulianova cercheremo subito di fare risultato. Sarà un campionato difficile ma noi cercheremo di fare bene”.

Mister Nicola Provenza: “Posso dire che nonostante il risultato sono soddisfatto per come si è comportata la mia squadra. Abbiamo disputato un grande primo tempo realizzando anche due reti, poi nella seconda frazione abbiamo lasciato un po’ il pallino in mano all’Aprilia, che ha siglato tre reti. Siamo un gruppo totalmente nuovo e dobbiamo ancora assemblare alcuni meccanismi, di fatti essendo un team giovane e rinnovato, qualche errore è anche logico che si compia. La Coppa Italia è una sorta di rodaggio un po’ per tutti in vista del campionato oramai alle porte, anche se noi siamo venuti qui per cercare di strappare la vittoria e i tre punti. Mi è piaciuto molto l’approccio alla gara, mi aspettavo delle risposte e le ho avute sia sul piano collettivo che individuale”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]