PRIMA RIUNIONE DELL’AUTORITA’ PORTUALE CON IL PRESIDENTE MONTI, GLI INTERVENTI PER GAETA

*Pasqualino Monti*

Si è svolta venerdì 29 luglio la prima riunione del Comitato Portuale presieduta dal nuovo presidente Pasqualino Monti. Sono passati 50 giorni dalla nomina di Monti alla guida del network dei porti laziali e il presidente ha spiegato il motivo del tempo trascorso legato agli incontri con i sindaci del network e associazioni di categoria e al lavoro già svolto e le decisioni prese a favore dei porti di Civitavecchia, Fiumicino e Gaeta.

“L’introduzione del Presidente ha colpito i presenti per i risultati e i successi ottenuti per i porti del network in così poco tempo. Per quanto riguarda Gaeta, Monti ha messo in evidenza tre punti. Il primo si riferisce al decreto di stanziamento di nove milioni di euro per la prosecuzione della seconda parte dei lavori al porto commerciale della Cmc per il dragaggio a meno 10 metri e la vasca di colmata porterà il totale dei piazzali a 160mila metri quadrati. Il secondo punto riguarda l’intesa tra Eni ed Autorità Portuale per la delocalizzazione del pontile petroli, un accordo che discende direttamente dal protocollo d’intesa tra Eni, Consorzio Industriale e Comune di Gaeta nel quale era contenuto anche questo aspetto. Per lo spostamento si è già al lavoro per reperire i finanziamenti necessari – afferma il sindaco Raimondi -. Infine, c’è stato di recente l’accordo di programma per la risoluzione del trentennale contenzioso della darsena di Montesecco tra Comune di Gaeta, associazione Adamo e Base Nautica Flavio Gioia. Proprio questo argomento era al terzo punto dell’ordine del giorno della riunione del comitato portuale con la proposta di delibera per le concessioni da dare all’Adamo e alla Base Nautica con la contemporanea messa in sicurezza della darsena. I lavori cominceranno tra fine settembre e inizio ottobre”.

“Inoltre, ho espresso un ringraziamento al comandante del porto di Civitavecchia, Fedele Nitrella, per i sei mesi di commissario straordinario e ho ricordato all’assemblea come io sia stato tra i primi a fare il nome di Pasqualino Monti come presidente puntando sulla sua riconosciuta onestà competenza ed evidenziando la sua giovane età – aggiunge Raimondi – L’ho ringraziato per quanto ha già fatto in questi primi 50 giorni dove ha dimostrato competenza e la capacità di assumere decisioni e prendersi le responsabilità, due doti di cui c’è bisogno in un momento così difficile per rilanciare l’economia del mare, e senso istituzionale avendo fatto visita ai sindaci del network. Ho anche ribadito che un network è tale se i porti sono tutti di «Serie A» pur con le loro specifiche realtà che nessuno vuole negare”.

“Infine, esprimo una grandissima soddisfazione per la darsena di Montesecco. Ancora una volta, con fierezza, posso sostenere di aver fatto raggiungere alla mia Amministrazione un risultato storico dopo il protocollo Eni per la bonifica di 25 ettari della piana di Arzano e lo spostamento del pontile petroli. Risultati storici che hanno richiesto anni di lavoro paziente ma che alla fine hanno portato i risultati sperati da tutti. Non vi è dubbio che quanto fatto in questi anni resterà come una netta inversione di tendenza rispetto al passato nella costruzione di una Gaeta migliore che possa offrire uguali opportunità a tutti. Credo che con Raimondi Sindaco e Monti presidente questi due enti possano estrinsecare tutte le loro reciproche potenzialità a favore del territorio e soprattutto per la creazione di nuove attività produttive e nuovi posti di lavoro”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social