Il Teatro di Fondi e l’ironia di “Architerror” sui social

Il Teatro di Fondi e l’ironia di “Architerror” sui social

Il Teatro di Fondi, quello che per il momento rimane solo e soltanto un cantiere, tra soldi spesi, altri stanziati e un infinito braccio di ferro tra Comune e Regione, con annessi ritardi stratosferici ha sempre fatto parlare di sé.

Proprio nei giorni scorsi, la pagina Facebook “Architerror”, che nient’altro è che una delle tante pagine satiriche presenti sul web, seppur specializzata in costruzioni, ha pubblicato una foto del teatro fondano in costruzione definendolo – se così si può dire – “il primo teatro al mondo dedicato alla soap opera”.

Non è una novità che qualcuno utilizzi una velata nota satirica per definirne uno stile, oggettivamente poco attinente ai tempi contemporanei. Il compianto Gaetano Carnevale, più volte dalle colonne dei suoi editoriali aveva tuonato come il dubbio gusto ricordasse l’ingresso del vicino cimitero comunale. Cosa tra l’altro ripresa anche nei commenti al post. E pensare che fortunatamente non è stato citato, l’errore alfabetico, poi corretto nella facciata.

Ma la descrizione esilarante della pagina social “Architerror” è davvero pungente quel tanto che basta per evidenziarne delle – per così dire – peculiarità come ad esempio “In nome di sobrietá, spending review e prefabbricazione si é rinunciato a qualunque ornamento o finitura di pregio”.

Ma siccome al peggio non c’è mai fine, come da prassi, nei post molto visualizzati, condivisi e commentati della pagina suddetta, anche questo su Fondi è in doppia lingua italiano-inglese. Forse per il timore che qualcuno nei Paesi anglosassoni possa perdersi il “Primo teatro al mondo dedicato alla soap opera”.

 

A PAGINA 2 IL POST PER INTERO PUBBLICATO SU FACEBOOK                                                 

Pagina: 1 2

Comments are closed.

H24@SocialStream