FESTA PATRONALE A CAMPODIMELE PER SANT’ONOFRIO TRA RITI RELIGIOSI E ATTRAZIONI MONDANE

Zhara Pecchia (unica donna) e il sindaco di Campodimele, Roberto Zannella

Anche quest’anno grande affluenza di persone alla festa patronale di Campodimele. Sant’Onofrio, protettore del paese della longevità, ha la forza, tra l’altro, di richiamare nel centro collinare decine di campomelani che vivono fuori, con qualche presenza che arriva anche dall’estero. I riti religiosi tengono banco, con il sindaco Roberto Zannella presente alla processione e agli altri momenti di raccoglimento spirituale. Ma c’è anche tutto un contorno folcloristico, musicale, armoniosamente aggregante, che arricchisce il programma che terminerà con i fuochi (che, come per Monte San Biagio, non faranno stare gli spettatori con il naso all’insù, in quanto brilleranno nella sottostante vallata a Nord del paese e saranno visibili da quanti si affacceranno in direzione della catena montuosa di Nord Est). Lo spettacolo pirotecnico è fissato per le 22.30 di oggi (domenica). Per gli appassionati della buona cucina, da non perdere le famose lumache con il guscio rotto, da cui l’espressione “ciammarùche ammuccàte”, per far permeare meglio la parte commestibile della lumaca del saporitissimo sugo nel quale vengono cotte. Ma ce n’è ancora: salsicce, formaggio marzolino dei pastori che operano sulle vicine montagne, cicerchie, favette con cicpolle ed altro.

Marino Pecchia

Non manca neanche l’angolo per i giovani amanti dei gusti dei Mc Donald’s, con gli stands gastronomici che propinano quel tipo di consumazione e che tengono banco anche nelle realta lontane dal consumismo sfrenato, quale è, appunto, Campodimele.  L’unico rimpianto potrebbe essere quello di dire “Peccato, io non c’ero!”. Alla riuscita della festa, che ricorda anche il quarantennale presidente della Pro Loco, Marino Pecchia, scomparso un mese fa subito dopo aver presieduto in comune una riunione programmatoria delle manifestazioni estive, ha contribuito tanto la giovanissima Zhara Pecchia, assessore alla promozione del paese.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social