locri

LA DIA SEQUESTRA BENI PER 110 MILIONI DI EURO A IMPRENDITORE ROMANO: RAMIFICAZIONI IN PROVINCIA DI LATINA

La Direzione Investigativa Antimafia di Reggio Calabria – a seguito di una proposta di applicazione di misura di prevenzione personale e patrimoniale formulata d’iniziativa dal Direttore della DIA, Dott. Alfonso D’Alfonso – ha dato esecuzione ad un decreto di sequestro beni emesso dal Tribunale di Roma – Sez. Mis. Prev., nei confronti di Marcaccini Federico, […]

OMICIDIO CARABETTA, ASSOLTO ANTONINO VENANZIO TRIPODO

Antonino Venanzio Tripodo è stato assolto pochi minuti fa, ore 18.20, dalla Corte d’Assise di Locri per l’omicidio, avvenuto il 12 settembre del 1988 di Domenico Carabetta, giovane cuoco di Siderno ucciso da nove colpi di pistola mentre stava per salire sulla propria auto dopo una giornata di lavoro. Assolto anche Vincenzo Monteleone ritenuto l’esecutore […]

OMICIDIO CARABETTA, LA DIFESA CHIEDE L’ASSOLUZIONE PER ANTONINO VENANZIO TRIPODO

“Chiediamo a questa onorevole Corte d’assise una sentenza di piena assoluzione per non aver commesso il fatto, di Antonino Venanzio Tripodo”. La richiesta è stata formulata dagli avvocati Eugenio Minniti e Sandro Furfaro a conclusione dell’arringa difensiva in favore di colui che è accusato di essere il basista del commando, secondo l’accusa composto da Vincenzo […]

OMICIDIO CARABETTA, CHIESTO L’ERGASTOLO PER ANTONINO VENANZIO TRIPODO

Domenico Carabetta è stato ucciso per un errore di persona, uno sbaglio che ha cagionato la morte del giovane cuoco di Siderno colpito mortalmente da 9 colpi di pistola sparati la notte del 12 settembre del 1988, mentre stava per salire a bordo della propria auto dopo una giornata di lavoro. Per quel delitto ieri […]

FAVORI’ LA LATITANZA DI UN AFFILIATO AL CLAN DEI CASALESI, VENANZIO TRIPODO ALLA SBARRA A LOCRI

Favorì la latitanza di Nicola Zara appartenente al clan dei casalesi. Venanzio Tripodo sarà nuovamente alla sbarra il prossimo 26 maggio davanti al Tribunale di Locri per il reato di favoreggiamento personale aggragato dall’articolo 7 della legge Antimafia. Insieme a lui il 29enne Nicola Zinnà. Così ha stabilito il gup Adriana Trapani. Per la Dda […]

h24Social
.uffa { text-align: center; } .inner { display:inline-block; }