Visualizzazioni Youtube: la loro qualità in base al tempo, potrebbe cambiare tutto!

Visualizzazioni Youtube: la loro qualità in base al tempo, potrebbe cambiare tutto!

Se si parla di Youtube si entra da subito in un mondo pazzesco, ricordiamo che qui non si tratta di una semplice piattaforma video, ma della prima al mondo per importanza e per flusso di visitatori, quindi un chiaro punto di riferimento sia per gli utenti, che per i cosiddetti youtubers. 

In questi ultimi tempi non sono mancati gli aggiornamenti, questi sono fondamentali, altrimenti la piattaforma non potrà crescere, ma al di la di questo aspetto, chi ci lavora sta valutando l’opportunità di investire in campagne per aumentare visualizzazioni YouTube  e la propria visibilità, ovviamente in modo sicuro, senza andare ad infrangere alcuna norma, ma con l’obiettivo di crescere in modo etico e corretto. 

Perchè una scelta del genere? 

Ovviamente l’obiettivo è quello di aumentare visualizzazioni Youtube, perchè così facendo si riuscirà ad ottenere maggior visibilità nel tempo, bisogna però tenere conto anche degli algoritmi della piattaforma, i quali cambiano in modo veloce e non sempre, soprattutto gli utenti con poca esperienza, riescono a starci effettivamente dietro. 

Le novità più grandi pare siano state svelate, ovviamente per ora non c’è ancora nulla che sia sicuro al 100% ma si intende premiare soprattutto quegli utenti che sono attivi ed offrono contenuti di ottima qualità per tutta la comunità; questo significa che i video di scarso valore non riceveranno la spinta che ci si aspetta, perchè giudicati ininfluenti. 

Saranno quindi due le metriche di cui bisognerà tenere maggiormente conto, motivo per cui, chiunque si stia chiedendo come aumentare le visualizzazioni su YouTube dovrà tenerne conto, questo per evitare di commettere errori talmente grossolani da compromettere la crescita del proprio canale. 

La prima metrica è strettamente collegata al tempo di visualizzazione, in riferimento ad ogni singola sessione, quindi per essere maggiormente precisi avverrà un tracciamento in tempo reale, dove gli elementi chiave saranno rappresentati dalla tempistica spesa dall’utente sulla piattaforma stessa, così come anche quella spesa per pubblicazione e lettura di commenti. 

Massima attenzione dunque alle ore di visualizzazione Youtube, perchè è da qui che si passa, trattandosi di un elemento chiave volto a soddisfare il nuovo algoritmo della piattaforma, ma ovviamente non ci si fermerà solo qui, perchè ogni novità porta anche ad altre conseguenze, sarà quindi fondamentale averne un quadro ben preciso. 

Si parla di statistiche tutto sommato e quindi la durata di visualizzazione Youtube può variare in base a tanti fattori, ma quel che conta è il sapergli dare il giusto valore, cosa che purtroppo in molti non fanno ancora, insomma si finisce sempre per sottovalutare tale aspetto. 

Per chi non è molto ferrato sull’argomento, sarà quasi immediato pensare che tutto sommato postare un commento è un gioco da ragazzi ed impiega anche pochissimo tempo, ma non è quello il fattore chiave, bisogna valutare tutto l’insieme e da qui si potranno comprendere quali sono le reali difficoltà nel far crescere i tempi di interazione con i contenuti proposti. 

Serve quindi una valutazione d’insieme e non di certo il concentrarsi su di un unico aspetto e bisogna essere decisamente più attenti ogni giorno che passa, questo perchè la piattaforma Youtube oggi controlla i canali con maggior frequenza e se non vengono soddisfatti alcuni requisiti, qualunque realtà rischia di perdere in poco tempo tutta la visibilità acquisita. 

Questa nuova metrica è da prendere con le molle, perchè potrebbe rappresentare un bel problema per tutti quegli youtuber che non si stanno adeguando, del resto si parlava di cambiamenti già da tempo, quindi che qualcosa si muoveva era chiaramente nell’aria. 

La decisione finale è nata già da un po’, basti pensare a quando è stato introdotto il divieto di commenti sotto i video considerati molto particolari, ci si riferisce a quelli in cui sono presenti bambini, motivo per cui è bene accogliere il cambiamento con ottimismo e non di certo criticare per poi restare fermi, il che può essere controproducente. 

I contenuti di qualità ricevono una spinta maggiore! 

Sulla base di queste migliorie e facile capire che i contenuti più curati e che abbiano effettivamente un senso possono permettere ad un qualunque youtuber, di fare il tanto atteso salto di qualità, ma ovviamente serve impegno, una strategia ben studiata, altrimenti i risultati finali saranno a dir poco disastrosi ed ogni sforzo, seppur minimo sarà stato vano. 

Ora non è difficile capire come funzionano le visualizzazioni Youtube, insomma, quelle rappresentano la base della piattaforma, ma è importante prestare attenzione a tutto il resto, perchè è lì che il più delle volte si nascondono le insidie maggiori. 

Non aspettarti che con l’arrivo di ogni algoritmo tutto resti immutato, perchè non sarà mai così, magari ci sono periodi in cui nulla sembra cambiare e poi dei veri e propri rovesci di fronte, quindi occhio alle metriche, queste variano di continuo, un po’ come anche quella relativa al tempo di controllo della qualità, della quale non tutti tengono conto. 

Alcuni aspetti sono ancora fin troppo misteriosi, lo afferma anche Bloomberg, ma una cosa è certa, i contenuti più premiati saranno quelli che si contraddistingueranno nel tempo, perchè possono essere definiti costruttivi, perfetti per dare valore all’utente finale, ma anche in grado di farlo innamorare, tenerlo incollato allo schermo e perchè no, anche fidelizzarlo. 

L’utente ha bisogno di ritrovarsi in quel che osserva, ma vuole anche divertirsi, quindi la priorità di ogni youtuber non deve essere quella di creare il contenuto settimanalmente rispettado una sorta di scadenza e/o tabella di marcia, ma concentrarsi su quello che vorrà proporre nel suo canale, lavorando in modo serio ed attento sulla qualità dei contenuti, senza lasciare nulla al caso. 

La conclusione è quindi molto semplice, bisognerebbe prendere le distanze dalla metrica relativa al tempo di visualizzazione che chiaramente abbraccerà ogni video, inoltre, i cambiamenti meritano rispetto, perchè se vengono introdotti è chiaramente anche per migliorare la piattaforma stessa, distinguendo e premiando i creators più attenti, differenziandoli quindi dalla massa. 

Massima importanza verrà data anche agli inserzionisti, che non abbiamo nominato sino ad ora, ma che ricoprono un posto di livello, quindi sarà opportuno crescere nel modo giusto, perchè solo così facendo si potranno finalmente ottenere i risultati tanto ambiti!

Foto di magicaltar0 da Pixabay

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
.uffa { text-align: center; } .inner { display:inline-block; }