Viaggio nell’Africa meridionale: le nuove mete turistiche in Botswana

Viaggio nell’Africa meridionale: le nuove mete turistiche in Botswana

Nella parte più a sud del continente africano ci sono paesi come la Namibia, il Botswana, lo Zimbabwe e, ancora più a sud nella punta più meridionale, il Sud Africa. Negli ultimi anni si è visto crescere il flusso turistico in questi Paesi, soprattutto nel Botswana. È meglio esser ben informati quando si decide di partire per l’Africa verificando i dettagli organizzativi, domandandosi anche Namibia quando andare per non avere a che fare con caldo torrido o periodi di ricche piogge.

Chi desidera andare in Botswana, dovrà richiedere un visto turistico che vale massimo 30 giorni, prolungabile fino a 3 mesi. È anche necessario passare all’azienda sanitaria e verificare di essere vaccinati contro alcune patologie tropicali per maggiore sicurezza.

Come arrivare e spostarsi

Una volta svolte questa piccole incombenze organizzative, si è pronti per partire alla volta del Botswana. Il Paese non ha un aeroporto internazionale perciò si arriva a Harare in Zimbabwe, a Windhoek in Namibia oppure a Johannesburg in Sudafrica. La strada che manca si percorre in bus. Una volta arrivati in Botswana è importante sapere che ci sono sei itinerari a da percorrere via terra oppure anche con la linea ferroviaria, anche se non copre l’intero territorio. Il consiglio migliore per spostarsi è noleggiare un’automobile, ma potrebbe essere un’esperienza davvero unica se si preferisce fare autostop. Per il conducente è prevista una tariffa standard.

Quando andare

Il clima del Botswana e degli altri Paresi confinanti è subtropicale, caratterizzato da inverni secchi con notte calde. Ovviamente, le stagioni sono invertite rispetto all’Europa visto che si è oltre l’equatore nell’emisfero australe. Da maggio ad agosto è inverno, mentre l’estate va da novembre a marzo quando il clima è piovoso e molto caldo. Lo stesso vale per la primavera, da settembre a ottobre, quando il caldo è molto intenso. Nei mesi di dicembre e gennaio si raggiungono le temperature più calde al centro-sud, mentre nella zona più a nord i mesi più torridi sono ottobre e novembre quando la colonnina di mercurio staziona tra ai 35 ° e i 40° C.

Insomma, per una piacevole visita in Botswana il periodo più indicato è quello da maggio ad agosto quando è inverno e il caldo è sopportabile. È il periodo migliore per avvistare i maestosi animali tipici della savana. In valigia devono esserci anche abiti pesanti perché la sera fa più freddo; l’escursione termica è infatti notevole tra il giorno e la notte.

Chi va tra dicembre e febbraio nel periodo di massimo caldo, porterà invece solo abiti leggeri assieme a quelli impermeabili a causa degli improvvisi rovesci. Molti scelgono proprio questo periodo perché coincide con le vacanze di Natale. Altri periodi buoni per vistare il Paese africano sono il mese di giungo oppure gli ultimi 15 giorni di settembre, che è anche il mese con minori piogge di tutto l’anno, come nei mesi di luglio e agosto. In questi due mesi, non cade nemmeno una goccia di pioggia.

Comments are closed.

h24Social
[ff id="2"]