Unicusano lancia la guida digitale alle Elezioni Europee 2019

Unicusano lancia la guida digitale alle Elezioni Europee 2019

È tempo di elezioni europee, un appuntamento importante per l’Europa e per il nostro Paese.

Tutti i cittadini italiani di almeno 18 anni saranno chiamati a votare domenica 26 maggio dalle 7.00 alle 23.00 e ad esprimere la loro preferenza.

Non ci si può permettere di arrivare impreparati a questo appuntamento, ecco perché gli esperti della facoltà di scienze politiche dell’università telematica Unicusano hanno scelto di creare un’infografica accessibile gratuitamente online. L’infografica è rivolta a studenti e non, in pratica a tutti quelli che desiderano scoprire di più sulle elezioni europee 2019 e sono alla ricerca di una guida digitale che possa aiutarli a prepararsi ad esprimere il loro voto.

Cosa si vota e perché è importante

Il 26 maggio i cittadini italiani di almeno 18 anni saranno chiamati a votare per le elezioni dei nuovi membri del Parlamento europeo. Il Parlamento eletto a breve resterà poi in carica fino al 2024, anno in cui saranno indette le nuove elezioni.

Saranno 751 i deputati del nuovo Europarlamento, che è stato riorganizzato in seguito all’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea. Dei 751 deputati, saranno 73 quelli italiani, (a cui se ne aggiungeranno tre in più quando il Regno Unito uscirà dall’UE).

È importate votare perché i deputati del Parlamento europeo avranno grande potere e le loro scelte influenzeranno non solo la politica comunitaria, ma anche la vita in Italia. L’Europarlamento stabilisce infatti le leggi che devono essere applicate da tutti gli stati membri, stabilisce in che modo investire il denaro della comunità ed inoltre elegge il presidente della commissione europea, che è l’organo esecutivo dell’UE.

I cittadini sono dunque chiamati ad esprimere la loro preferenza sui candidati che meriterebbero di ricoprire la carica di deputato del Parlamento europeo, al fine di essere rappresentati da persone delle quali ci si fida e con cui si condividono valori ed obiettivi comuni.

Eurogruppi elezioni 2019: quanti sono e come scegliere

Ogni cittadino esprimere la propria preferenza scegliendo la lista o il partito a cui dare il voto. Ognuno di questi, si rifà a un eurogruppo in seno all’assise di Strasburgo, per questo è bene sapere come si sono schierati i vari schieramenti politici. Per queste elezioni saranno presenti otto eurogruppi, ciascuno dei quali raccoglie almeno sette partiti diversi di sette Paesi diversi. Prima di scegliere preferenza chi votare , è utile leggere la sezione dell’infografica dell’Università Niccolò Cusano per scoprire maggiori informazioni sugli eurogruppi che si sono candidati e sulla loro linea d’azione. In più bisogna ricordare che una volta barrato il simbolo, è facoltà dell’elettore esprimere da un minimo di una a un massimo di tre preferenze tra coloro che sono candidati nella lista collegata. In caso venga espressa più di una preferenza è fondamentale garantire l’alternanza di genere per evitare che il voto venga parzialmente annullato.

Nella guida digitale alle elezioni europee del 2019 è presente anche una sezione pensata per approfondire la situazione in Italia. In questa sezione si trovano i diversi partiti italiani che hanno scelto di candidarsi alle europee, i capigruppo designati ed anche il gruppo europeo a cui afferiscono, con il rispettivo simbolo che si dovrà scegliere al momento del voto.

Per ciascun partito è riportato anche il programma, che è stato riassunto in punti principali per rendere più semplice e veloce la consultazione e per consentire anche di fare un rapido confronto tra gli obiettivi primari di ciascun partito. Con queste informazioni a disposizione sarà possibile farsi un’idea precisa dei partiti e dei loro obiettivi, in modo da assegnare la propria preferenza a quello che maggiormente rispecchi i propri ideali e la propria filosofia.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social