Scegliere la giusta babysitter

Scegliere la giusta babysitter

Al giorno d’oggi trovare una buona babysitter non è così facile come possa sembrare. Sono molte le persone che cercano lavoro come babysitter, ma non tutti hanno le stesse competenze.

Se per i tuoi figli cerchi una persona affidabile per coprire qualche ora di “buco” che si crea nella tua giornata troppo piena di impegni, ti sarà piuttosto facile trovare una professionista adatta alle tue esigenze. Se invece hai bisogno di una tata che sia in grado di rappresentare anche un valido sostegno educativo ed un punto di riferimento emotivo per i tuoi figli, la tua ricerca dovrà essere più attenta.

Esistono babysitter e babysitter

Esistono infatti babysitter di diverso tipo con differenti competenze. Ad esempio, è molto in voga, in questo momento storico, richiedere i servizi di una babysitter madrelingua inglese. Questa scelta è molto di moda per far sì che i piccoli vengano educati già seguendo un orientamento bilingue: la loro pronuncia ne gioverà senz’altro ed imparare anche altre lingue, da adulti, sarà più facile se fin da piccolo si è stati abituati a parlarne già più di una.

Si possono trovare babysitter in grado di fornire un sostegno educativo per i figli davvero di prim’ordine. Competenze, titoli di studio e tanta esperienza sono gli ingredienti che condiscono il curriculum di questa tipologia di babysitter. I servizi di questo tipo di babysitting si apprezzano soltanto se si fa richiesta di un servizio per diverse ore al giorno, quasi tutti i giorni della settimana. Con accordi full time o part time.

Per questo tipo di servizi i costi sono un poco più alti e di solito ci si accorda per una retribuzione forfettaria.

Se invece quello che ci serve è una persona seria e affidabile a cui lasciare saltuariamente i nostri figli per qualche ora, possiamo optare anche per babysitter con meno competenze specifiche. In questi casi, quando ci si affida alla tipica studentessa che cerca lavoro come babysitter, la tipologia di retribuzione più adatta è senza dubbio quella con tariffa oraria.

Le tariffe medie in Italia

Per farsi un’idea di quello che può essere il costo di una babysitter ad ore, si può far riferimento ad una statistica realizzata da Sitly, un noto portale che si occupa di annunci di babysitting, basata su un campione di 400.000 utenti. Il costo medio di una babysitter è di 7,67 euro l’ora. Però questa cifra è da intendersi solo come indicativa: i prezzi variano da città a città e, come visto, dalle competenze richieste.

I segreti per scegliere la babysitter giusta

Quando si ha intenzione di assumere una babysitter bisogna scegliere in base ad alcune caratteristiche fondamentali. La prima delle quali non può non essere che l’esperienza. L’esperienza e le referenze sono un dato fondamentale per una persona che cerca lavoro come babysitter. Poi bisognerà valutare se la persona a cui vogliamo affidare i nostri piccoli ha dei titoli di studio, attestati, diplomi… che la qualifichino particolarmente a fare attività con i bambini.

Altra questione molto importante da tenere presente per l’assunzione della babysitter giusta è senza dubbio: ricordarsi che il risparmio fine a sé stesso non è sempre un vero risparmio. Risparmiare qualche euro a volte non è la scelta migliore da fare. Le caratteristiche su cui dobbiamo basare la nostra scelta dovranno essere: fiducia, esperienza, competenze, capacità e solo in ultimo guardare il prezzo finale.

Quando si tratta dei nostri figli, il risparmio è secondario.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social