Scale mobili vs ascensore: quali differenze e per cosa optare per una struttura privata?

Scale mobili vs ascensore: quali differenze e per cosa optare per una struttura privata?

Le scale mobili, così come gli ascensori, sono parte integrante delle strutture che frequentiamo in maniera quotidiana. Basti pensare all’università, al centro commerciale ma anche ai nostri condomini. Si tratta di strumenti si tratta di strumenti diventati ormai di uso comune che, però, richiedono una certa lavorazione alle spalle, sia per quanto riguarda l’installazione che la manutenzione.

La scala mobile funziona grazie ad un nastro trasportatore che trascina dei gradini mobili articolati che hanno la particolarità di rimanere sempre in posizione orizzontale. Il nastro è una banda chiusa ad anello che viene trainata dai rulli che si trovano alle estremità in alto e in basso della scala. Il tutto è azionato da un motore che si trova sotto il pavimento.

L’ascensore, invece, funziona grazie ad impianti a a trazione verticale. La cabina, infatti, è collegata a una fune/pistone e viene sollevata grazie a una spinta (elettrica o idraulica).

Il macchinario di sollevamento, meglio conosciuto come argano, trasmette il movimento di salita o discesa desiderato. Nel caso di un sistema oleodinamico, la salita della cabina è resa possibile grazie alla pressione dell’olio sui pistoni. Il cilindro conseguentemente si estende, provocando l’innalzamento dell’argano. La discesa di contro avviene grazie alla gravità. La caduta sarà controllata sempre dalla pressione dell’olio. Il funzionamento di un motore dipende dal sistema. Nel caso di di un motore elettrico, questo, in cima all’edificio, fa girare una ruota attorno a cui scorrono dei cavi di acciaio.

A questo cavo sono appesi da una parte  la cabina e dall’altra un contrappeso (che pesa circa il 40% più della cabina). Nel sistema a trazione oleodinamica, il motore sta in basso e aziona una pompa, spingendo un fluido in un pistone, che solleva la cabina. Quando l’ascensore scende, il pistone si svuota lentamente del fluido.

Ma cosa scegliere per una struttura privata?

Di certo la soluzione più frequente è quella che vede l’installazione dell’ascensore. Anche se, negli ultimi anni, sono tante le persone che decidono di affidarsi a chi si occupa di produzione ed installazione di scale mobili. Grazie all’attenta progettazione delle nuove scale mobili si può ricavare un netto risparmio energetico, oltre al fatto che queste sono di facile manutenzione, pratiche ed economiche. L’installazione di una scala mobile in un edificio privato porta con sè numerosi vantaggi. Innanzitutto queste  spostano le persone, contemporaneamente e da una zona all’altra, anche su lunghe distanze. Si muovono verso l’alto e verso il basso e solitamente sono distribuite in coppia. Poi richiedono minimo sforzo fisico e offrono più spazio a ciascun passeggero, rispetto a un tradizionale ascensore.

Altro grande vantaggio è che queste  trasportano le persone tra i piani di un edificio senza creare ingorghi e in breve tempo. Le scale mobili, infine, sono un mezzo di orientamento e di circolazione. Non solo distribuiscono il “traffico” di persone, ma sono spesso un punto di riferimento in un percorso suddiviso in piani. Infine la presenza di fotocellule controlla i passeggeri in salita e discesa e l’impianto rallenta e a poco a poco si ferma, riprendendo il movimento non appena l’utente si avvicina.

 

 

 

You must be logged in to post a comment Login

h24Social