Quanta acqua bisogna bere ogni giorno?

Quanta acqua bisogna bere ogni giorno?

Soprattutto durante i mesi estivi, è naturale farsi domande sulla quantità di acqua da bere ogni giorno. L’idratazione è infatti importantissima per la salute e, in particolare nel corso della stagione estiva, è essenziale imparare a bere bene. Vediamo assieme qualche consiglio semplice e utile al proposito.

Perché è fondamentale bere acqua?

Il corpo umano è composto per più di metà da acqua. Grazie ad essa, abbiamo la possibilità di depurarlo dalle scorie e di favorire un trasporto ottimale dei nutrienti. Per questi motivi, è essenziale non dimenticarsi di bere durante la giornata. Tutti sanno che non sempre è facile ricordarsi di bere. Per fortuna, bastano alcuni piccoli accorgimenti per ovviare a questo problema. Chi passa la maggior parte del suo tempo a casa, può mettere dei post it sul frigorifero. Se invece si lavora in ufficio, il post it può essere posizionato sul distributore – se ne stai cercando uno per il tuo studio, su Acqualys.it puoi trovare diverse alternative utili al proposito – magari con qualche frase spiritosa per invitare gli altri membri del team a seguire il proprio esempio e a non dimenticare l’importanza dell’idratazione.

Quanta acqua bere ogni giorno?

Una persona adulta, dovrebbe bere circa due litri d’acqua ogni giorno. Fondamentale è ricordare che, molta di essa, viene dagli alimenti assunti durante le 24 ore della giornata. Tra quelli più utili per idratarsi è possibile ricordare il cetriolo, ma anche i pomodori e i finocchi.

Un altro aspetto importante da approfondire riguarda lo stimolo della sete, molto spesso difficile da riconoscere soprattutto da parte di bambini e anziani. Quando a lungo andare lo si scambia per sensazione di fame, il corpo entra in una situazione di carenza di liquidi. Questo frangente, può portare a una futura soppressione dello stimolo a bere.

Per questo motivo, quando si ha a che fare con una persona anziana o con un bambino è molto importante somministrare loro acqua anche se non esprimono in maniera specifica il bisogno di bere. Per quanto riguarda le dosi, la cosa migliore da fare è chiedere informazioni al medico curante.

Lo stesso discorso degli anziani e dei bambini va fatto considerando i soggetti che svolgono professioni che richiedono particolare concentrazione, come per esempio i camionisti e i chirurghi che svolgono numerose operazioni nel corso della giornata. In questi casi, il cervello è così impegnato nel portare avanti un compito di importanza vitale – per se stessi e per gli altri – da non recepire i sintomi della sete. Anche in tali situazioni, è quindi opportuno bere a intervalli di tempo regolare, senza preoccuparsi in merito all’assenza o alla presenza di un effettivo sintomo della sete.

Altri consigli su quando bere

Fondamentale è ricordare l’importanza di bere anche in altre situazioni specifiche, come per esempio il post attività fisica, quando la temperatura del corpo si alza provocando sudorazione ed espulsione di liquidi. Essenziale è portarsi dietro dell’acqua anche quando si va in alta quota (anche se non c’è la neve) e idratarsi se, per via di qualche malessere stagionale, si ha a che fare con degli episodi di vomito o diarrea.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social