Quando l’assicurazione sugli infortuni è davvero indispensabile

Quando l’assicurazione sugli infortuni è davvero indispensabile

Nella quotidianità, bisogna sempre mettere in conto che possono verificarsi delle situazioni impreviste, degli eventi, più o meno gravi, che potrebbero crearci dei problemi temporanei o cambiare la vita, in modo definitivo, a noi oppure ai nostri cari. È il caso di un improvviso incidente domestico, di un infortunio sul lavoro, un incidente d’auto o altro ancora, che può anche essere causa di invalidità. Per non correre il rischio di ritrovarsi in difficoltà, sarebbe bene pensarci per tempo.

Come? Acquistando una polizza di assicurazione contro gli infortuni, uno strumento indispensabile per affrontare con maggiore serenità degli eventi traumatici che potrebbero capitare ed eventuali spese mediche, anche molto onerose. Va ricordato che è possibile detrarre la spesa sostenuta, per un’assicurazione contro gli infortuni, dalla dichiarazione dei redditi, con il modello 730.

Prima di addentrarsi nell’argomento, sarà bene chiarire alcuni aspetti fondamentali della materia.

Cos’è una polizza infortuni e come funziona

Per infortunio si intende una lesione di tipo fisico, causata da un evento imprevedibile e accidentale, riscontrabile e documentabile in modo oggettivo. Il tipo di rischio assicurabile riguarda un’invalidità, temporanea o permanente, e il decesso. Nel caso di invalidità temporanea, è previsto il rimborso delle spese mediche e ospedaliere, mentre per l’invalidità permanente, viene corrisposta una rendita vitalizia, nel rispetto dei limiti del massimale assicurato; in caso di decesso, la polizza garantisce il risarcimento ai beneficiari indicati al momento della stipula.

Una polizza infortuni è un tipo di polizza assicurativa personalizzabile, con cui è possibile, tra l’altro, ampliare le garanzie, ad esempio in base al tipo di professione che si svolge oppure all’attività sportiva che si pratica durante il proprio tempo libero; è possibile estendere la copertura assicurativa anche alla propria famiglia (tutte le informazioni su FinanzaFacile.net).

Chiaramente, le polizze non sono tutte uguali, per cui vale sempre la pena di confrontarle, per poter orientare la scelta verso quella su misura per le proprie esigenze. Attualmente, tutto questo è semplice e rapido, grazie alla possibilità di ottenere dei preventivi, confrontarli e acquistare online la polizza scelta. Per una maggiore tutela, a volte è conveniente preferire un’assicurazione sia per infortuni che per malattia.

In caso di ricovero, una polizza infortuni personalizzabile può intervenire fornendo una diaria giornaliera, oppure può offrire il supporto di una centrale operativa, ovviamente attiva tutti i giorni dell’anno, 24 ore su 24, con consulenze mediche telefoniche; può anche garantire entrambi i tipi di assistenza, sia in Italia che all’estero.

La franchigia e il massimale nell’assicurazione infortuni

La franchigia, nell’assicurazione infortuni, riguarda la percentuale di invalidità al di sotto della quale non avviene il risarcimento; è fissata, generalmente, al 5%. In caso di invalidità superiore alla percentuale minima determinata con la franchigia, si può essere indennizzati in modo parziale o totale, a seconda del modo in cui è impostata la polizza.

Il massimale riguarda il tetto massimo della cifra che è possibile ricevere dalla compagnia di assicurazione per il risarcimento. L’ammontare del costo dell’assicurazione infortuni è influenzato fortemente dal massimale stabilito che, tuttavia, consente di essere coperti anche per più casi di infortuni.

Assicurazione infortuni per il conducente

Cosa accade in caso di un infortunio alla guida della propria auto? La classica RC auto, infatti, è valida solo verso i terzi infortunati e gli altri passeggeri; in questa evenienza, è davvero indispensabile essere coperti da un tipo di polizza che tuteli il conducente: si tratta di una copertura che può essere aggiunta alla normale RC auto, se richiesta, in base alla quale viene riconosciuto un risarcimento anche in caso di un sinistro con colpa.
L’assicurazione per il conducente è valida per sinistri capitati alla guida di un’auto, di una moto o di una bicicletta e include:

  • il risarcimento di spese mediche;
  • l’indennità per il ricovero o la convalescenza;
  • l’indennità in caso di immobilizzazione;
  • l’assistenza medica diretta, attraverso l’invio di un infermiere o un medico;
  • l’indennizzo in caso di coma.

Assicurazione per infortuni sul lavoro: obbligatoria e non

L’assicurazione INAIL tutela tutti i lavoratori, in caso di incidente sul lavoro o di malattia professionale; per accedere alla possibilità di essere tutelati in caso di infortuni extra-lavorativi, è utilissimo stipulare una polizza infortuni personale. Questo è un obbligo, e non una scelta, per i titolari di un’azienda, al fine di coprire assicurativamente i propri dipendenti, in caso di incidenti sul lavoro. Inoltre, è una soluzione valida per chi lavora come libero professionista, per essere tranquillo nell’eventualità di un incidente che gli impedisca, temporaneamente, di trarre guadagno dal proprio lavoro.

Assicurazione per gli infortuni obbligatoria per gli avvocati

Con una legge del 2012, in Italia è stato stabilito l’obbligo dell’assicurazione contro gli infortuni anche per gli avvocati; specificamente, si tratta di una polizza RC e di una polizza privata per gli infortuni. A partire dallo scorso anno, tuttavia, il Ministero della Giustizia ha reso obbligatoria l’assicurazione infortuni solo per i dipendenti, i praticanti e i collaboratori di un avvocato, non per il titolare di uno studio legale.

La polizza contro gli infortuni domestici

Per quanto sia strano a dirsi, il luogo in cui non si può fare a meno di una polizza per gli infortuni è la casa, non solo perché le statistiche riportano dei numeri impressionanti, ogni anno, sugli infortuni domestici, ma anche per il motivo che, fra tutte le attività quotidiane che si svolgono fra le mura di casa, ce ne sono alcune realmente rischiose.
L’assicurazione contro gli infortuni domestici può coprire sia l’assicurato che tutta la sua famiglia, per qualunque tipo di incidente. Riguardo alle casalinghe, questa polizza va oltre la tutela fornita dall’INAIL, per il lavoro svolto nell’ambito domestico, in quanto copre assicurativamente tutta la famiglia.

L’assicurazione per gli infortuni sportivi

Esiste la possibilità di essere tutelati da una copertura assicurativa in caso di incidenti, anche per coloro che praticano sport all’aria aperta; naturalmente, non si tratta di attività agonistiche ma, semplicemente, di sport a livello amatoriale. È particolarmente importante avere una polizza contro gli infortuni sportivi, spesso sottovalutati per il grado di invalidità, temporanea o permanente, che possono causare.
Questo tipo di assicurazione copre svariate attività, come il basket, il calcetto, la corsa, il trekking, la pesca sportiva, e altre ancora. La polizza per infortuni sportivi prevede la copertura per i casi seguenti:

  • la diaria in caso di frattura o di ricovero;
  • i rimborsi per le spese mediche;
  • la possibilità di assistenza domiciliare;
  • l’eventuale fisioterapia;
  • il consulto medico telefonico;
  • la RC in caso di danni provocati verso terzi: persone, animali o cose;
  • un’invalidità permanente;
  • morte oppure lesioni personali.

Un’assicurazione sugli infortuni, dunque, è davvero indispensabile per vivere sereni; è una garanzia contro le situazioni spiacevoli quanto imprevedibili che potrebbero verificarsi nel corso del tempo.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social