Come proteggere gli impianti di riscaldamento e quelli idraulici dalla nuova ondata di gelo

Come proteggere gli impianti di riscaldamento e quelli idraulici dalla nuova ondata di gelo

La Capitale, così come l’intera Italia, negli ultimi giorni, è stata colpita da una nuova ondata di freddo, scatenata da grandi masse di aria gelida arrivate sul Mediterraneo dal Nord-Est. Le basse temperature in atto rischiano di causare danni ad impianti e tubazioni non adeguatamente protetti. Ecco perché è importante adottare una serie di accorgimenti in grado di scongiurare eventuali malfunzionamenti o rotture.

Gli accorgimenti da adottare per evitare guasti e danni agli impianti

Per evitare brutte sorprese è bene fare propri alcuni accorgimenti, come:

  • non chiudere gli impianti a combustione o le stufe, bensì impostarli sulle apposite temperature antigelo. Infatti, lo spegnimento definitivo degli impianti, con il sopraggiungere del gelo, può comportare la rottura dei circolatori. Le caldaie posizionate in terrazza o sui balconi devono essere adeguatamente protette, altrimenti, a causa del freddo, possono essere sottoposte a dei veri e propri blocchi oalla spaccatura dei tubi;
  • coibentare lo sportello dei contatori con del polistirolo, della lana di roccia o di vetro, o con altri materiali termo-assorbenti. In questo caso è sconsigliato l’utilizzo di coperte o stracci poiché, una volta bagnati dalla condensa o da eventuali perdite, possono agevolare il congelamento del contatore. Qualora si sia verificata tale ipotesi, è sconsigliato manovrare le valvole di afflusso e di chiusura, o tentare lo scongelamento con fiamme libere o fonti intense di calore, in quanto lo stress provocato ai materiali che compongonol’impianto, potrebbe provocare danni irrimediabili. In tale circostanza è bene, invece, scaldare le tubazioni con un asciugacapelli a bassa temperatura;
  • nelle case sfitte o in quelle secondarie, è preferibile scaricare l’acqua del circuito termico e della cassetta di risciacquo del water.

Quelle appena descritte sono operazioni che possono essere attuate personalmente, al fine di preservare le proprie abitazioni da eventuali danni causati dal gelo. Tuttavia, chi non è pratico o non ha molto tempo a disposizione, può pensare di rivolgersi adun buon idraulico a Roma, che sia in grado di mettere in sicurezza la propria dimora dai rovinosi effetti del gelo.

L’importanza della manutenzione delle caldaie e degli impianti idraulici prima del sopraggiungere dell’inverno

Per scongiurare eventuali danni dovuti al freddo, la migliore arma è sempre la manutenzione degli impianti di riscaldamento ed idraulici, che deve essere attuata con regolarità prima dell’inizio del periodo invernale. Tale operazione è fondamentale non solo, poiché consente di preservare al meglio la propria abitazione anche nei periodi più freddi, ma anche per garantire un certo risparmio economico.

Per quanto riguarda le caldaie è previsto dalla legge un controllo annuale, che deve essere effettuato da un tecnico esperto, il quale provvedealla pulizia del bruciatore e degli altri componenti, effettua il test di tenuta gas e l’analisi dei fumi, al fine di preservarne il corretto funzionamento e l’efficienza, ma anche in mododa ridurne i consumi. Per quanto riguarda l’impianto di riscaldamento è importante anche testare i radiatori, verificando che raggiungano la stessa temperatura entro un determinato lasso di tempo e che siano uniformemente caldi.

Tuttavia, è fondamentale prestare attenzione anche all’impianto idraulico, attraverso il controllo e la pulizia delle tubazioni, così da individuare eventuali perdite, ostruzioni o rotture, e garantirne la sistemazione o la sostituzione, al fine di scongiurare eventuali danni più gravi durante il periodo invernale, a causa dell’abbassamento delle temperature.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social