Maurizio Sarri: “Stiamo dando il 100% e non solo calcisticamente”

Maurizio Sarri: “Stiamo dando il 100% e non solo calcisticamente”

Il quarto gol consecutivo di Mertens in due settimane e tre partite. Il marchio numero 118 di Hamsik, sempre più bomber azzurro di tutti i tempi. Il Napoli si prende il derby contro il Benevento e infila il settima successo consecutivo in campionato. Gli azzurri rimettono davanti la testa nella prima domenica di febbraio e sfondano per primi il tetto dei 60 punti. Nella città delle streghe, Dries fa il mago e inventa un pallonetto che allunga la serie d’autore nella galleria d’arte moderna. Poi Marek apre la ripresa e chiude la partita con un tap in che lo staglia ancora più in alto sul trono di Principe azzurro. Il derby “new age” è già storia. Si ricomincia sabato sera al San Paolo: Napoli-Lazio. Un altro vibrante capitolo di uno struggente e straordinario romanzo. “E’ stato un successo importante e ottenuto con personalità, questa poteva essere una partita trappola”. Questa l’analisi di Maurizio Sarri del derby vinto dagli azzurri contro il Benevento.

Dalle ultime notizie del Calcio Napoli. “Abbiamo affrontato una squadra rigenerata e molto carica nel morale soprattutto per l’arrivo dei nuovi acquisti. Aveva gran voglia di ben figurare ed erano molto motivati”. “Il loro entusiasmo lo abbiamo visto subito e ci hanno messo in difficoltà nelle prime battute di gioco. Per loro era una sfida sentitissima e ci hanno messo l’anima. Noi siamo stati bravi a tenere il campo e a saper gestire poi il vantaggio”. “Ribadisco che oggi potevamo anche incappare in un trappolone perchè questo Benevento ha mostrato grande determinazione. La squadra ha mostrato la giusta mentalità anche se bisognava essere più produttivi in fase realizzativa”. Napoli e Juve stanno tenenedo una media impressionante: “Lottiamo contro una squadra abituata a vincere. Noi stiamo facendo ben oltre a quello che potevamo prevedere e che forse potevano prevedere anche le nostre avversarie”. “Rispetto al passato forse sentiamo di meno la pressione e abbiamo maggiore consapevolezza, però la strada è lunga. Dovremo restare concentrati per non mollare fino alla fine”. “Stiamo dando il 100% e non solo calcisticamente. Questo gruppo ha valori umani e morali che sono importanti. Se riusciremo a trasmetterli anche in campo come valori tecnici, come stiamo facendo, allora potremo proseguire a dare il massimo. Poi capiremo dove potremo arrivare.”

Questi i numeri di Benevento-Napoli:

Con i tre punti conquistati contro il Benevento questo 2017/18 si conferma il miglior Napoli della storia. Mai gli azzurri avevano avuto un tale rendimento in serie A: staccato, ora, di ben cinque punti il 1987/88 che, 17 successi, 4 pareggi e due ko, oggi, con i tre punti per la vittoria, ne avrebbe 55. Con 60 punti il 2017/18 ha dodici punti in più sul 2016/17 (48) e sette sul 2015/16 (53).

Con i due gol al Benevento Maurizio Sarri occupa ora tutte le prime tre posizioni nella classifica dei Napoli più prolifici della storia: 78 reti nelle prime 33 partite del 2015/16, 73 nella scorsa stagione e 67 oggi: superate le 66 reti del 2013/14.

Con la vittoria al Vigorito il Napoli ha ulteriormente allungato la sua imbattibilità esterna. Gli azzurri non perdono lontano dal San Paolo dal 29 ottobre 2016: 1-2 dalla Juventus. In seguito 25 trasferte positive con 22 vittorire e 3 pareggi, contro Fiorentina, Sassuolo e Chievo. A Benevento l’undicesima vittoria esterna stagionale. Il record della storia del Napoli è a quota 13, stabilito nella scorsa stagione. Il Napoli di Sarri si è, chiaramente, confermato al primo posto nella classifica dei rendimenti esterni di tutte le squadre dei maggiori campionati europei 2017/18.

Comments are closed.

h24Social