Manifesti, bandiere e roll-up pubblicitari: come orientarsi nella scelta del formato giusto

Manifesti, bandiere e roll-up pubblicitari: come orientarsi nella scelta del formato giusto

Quando si deve scegliere un supporto pubblicitario per promuovere un prodotto piuttosto che un servizio e via dicendo non è semplice orientarsi e capire quale possa essere la soluzione migliore. Le alternative, per quanto riguarda il medio-grande formato, sono parecchie: dai manifesti classici che devono essere appesi alla parete alle bandiere che sono l’ideale per gli stand fieristici. Ci sono però anche i roll-up, che costituiscono una soluzione sempre più gettonata perché pratici e soprattutto duraturi nel tempo. Vediamo meglio da vicino queste 3 soluzioni, in modo da capire quando valga la pena optare per l’una o per l’altra.

Roll-up: la soluzione pratica che dura nel tempo

Il roll-up è in assoluto l’espositore più pratico e versatile che ci sia per qualsiasi tipologia di necessità. Si tratta infatti di un sistema avvolgibile che si monta e si smonta nel giro di qualche secondo e che può essere collocato ovunque perché ha un supporto autonomo. È per questo che il roll-up è tra i materiali pubblicitari più richiesti: lo si può mettere all’interno o all’esterno della propria azienda, portare agli eventi fieristici e ovunque si desidera. È facilissimo da montare e per smontarlo basta riavvolgerlo e riporlo nell’apposita borsa. Leggero e poco ingombrante, è senza dubbio l’ideale per chi desidera avere sempre un proprio manifesto pubblicitario a portata di mano. La stampa viene realizzata su PVC, quindi è certamente più resistente di un manifesto tradizionale.

Il roll-up si può ordinare anche online su portali tipografici specializzati come www.pgteam.eu e in questo caso il prezzo è assolutamente conveniente. Se al contrario ci rivolgiamo ad una copisteria fisica della nostra città, rischiamo di pagarlo troppo.

Manifesto tradizionale: la soluzione economica di breve durata

Il manifesto tradizionale, a differenza del roll-up, ha una durata più limitata e non lo si può spostare. Una volta che si attacca alla parete bisogna lasciarlo dov’è anche perché è fatto di carta o cartone e rischia di rompersi se si cerca di spostarlo troppo di frequente. Il vantaggio dei manifesti tradizionali sta nel fatto che sono più economici ma sono utili solamente per brevi periodi di tempo. Con il passare dei mesi tendono a scolorire o comunque sciuparsi e naturalmente in caso di eventi fieristici bisogna farne realizzare alcuni ad hoc, che con ogni probabilità alla fine della fiera verranno buttati. Parliamo però dei manifesti tradizionali: esistono anche quelli realizzati su altri materiali che resistono più a lungo.

La bandiera: una soluzione pratica ma meno del roll-up

Infine, le bandiere pubblicitarie possono essere una soluzione interessante per chi deve fare pubblicità all’esterno del proprio negozio oppure in fiera presso il proprio stand. Hanno poco o nulla in comune con il roll-up, perché questo è senz’altro più professionale e duraturo, ma possono essere un’alternativa per brevi periodi di tempo. Presentano alcuni inconvenienti: in presenza di vento per esempio potrebbero creare dei problemi e ribaltarsi, anche se alcuni modelli sono dotati di appositi pesi per evitare che ciò accada. Ad ogni modo, le bandiere sono meno popolari dei roll-up ed un motivo ci sarà.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social