Le Sfide dei servizi VPN

Le Sfide dei servizi VPN

Fare uso di un servizio VPN è sempre più comune tra gli utenti. È qualcosa di molto diffuso e che serve a migliorare la privacy durante la navigazione in rete ed è anche utile per accedere a determinati servizi e contenuti che possono essere limitati in una determinata posizione geografica. Tuttavia, questi tipi di strumenti presentano anche alcuni problemi, soprattutto se optiamo per servizi che non sono realmente focalizzati sull’offerta di sicurezza. In questo articolo presentiamo un resoconto che mostra quali sono le sfide dei servizi VPN.

Sfide dei servizi VPN

Come accade per tutto ciò che concerne il mondo della tecnologia, la rete migliora costantemente e questo processo, che prosegue sin dalla sua nascita, non accenna ovviamente a fermarsi. Possiamo notarlo molto facilmente, godendo di migliori velocità di connessione Internet, maggiore potenza e portata dei Wi-Fi, la possibilità di connettere un maggior numero di dispositivi, e la lista potrebbe essere ancora molto lunga. Anche le VPN sono migliorate negli ultimi anni, come èra naturale aspettarsi. Dobbiamo tenere presente che la gamma di possibilità è molto ampia e possiamo contare sia su strumenti gratuiti che a pagamento, nonché di una fruibilità pressochè illimitata e su qualsiasi tipo di dispositivo. Tuttavia, come abbiamo già detto, ci sono anche dei limiti ed è necessario che in futuro vengano apportati alcuni miglioramenti sotto l’aspetto strettamente tecnico.

La situazione attuale

Nelle ultime settimane l’uso dei servizi VPN è aumentato molto. L’impatto del Covid-19 ha portato a un massiccio e inevitabile aumento delle connessioni, a causa della molto maggiore permanenza in casa per via dalle misure di quarantena. Ora è più comune lavorare da casa e ciò significa che molti optano per questo tipo di strumenti per navigare in rete, data la garanzia di maggiore sicurezza che essi offrono.

Secondo un recente rapporto di Gartner, una delle principali sfide dei servizi di connessione VPN è che sono fisicamente limitate. Ciò significa che le VPN hanno tradizionalmente un dispositivo locale limitato dall’hardware in termini di numero di utenti che possono essere supportati. A volte le VPN presentano appunto dei limiti in questo senso e di conseguenza gli stessi sviluppatori cercano modi per migliorarle e poter dunque supportare più utenti senza che ciò sovraccarichi il sistema. Ciò riguarda in particolare le ditte e le aziende, che a volte devono limitare l’uso dei dispositivi per evitare problemi.

Un’altra sfida da migliorare è l’equilibrio tra produttività e sicurezza . Si tratta senza dubbio un dibattito in corso sin dall’avvento di questa tecnologia: scegliere più sicurezza ma prestazioni inferiori o scegliere prestazioni più elevate ma senza sicurezza? È una realtà incontrovertibile il fatto che se navighiamo attraverso un servizio VPN, indipendentemente dalla sua qualità, sperimenteremo una leggera perdita di prestazioni. Questo è, sostanzialmente, uno di quegli aspetti su cui maggiormente di dovrà concentrare la ricerca tecnica nel prossimo futuro.

Molteplici aspetti

Un altro aspetto da considerare è che le VPN a volte non sono adatte ai dispositivi mobili. Sono stati sviluppati per utilizzare un protocollo che richiede molte risorse nella configurazione. Ciò, sui dispositivi mobili, può essere un grosso problema, dal momento che ci vuole un po’ di tempo per connettersi alla VPN ogni volta che cambiamo rete. In altre parole, la VPN viene interrotta e ci si deve riconnettere. Allo stesso modo, anche diverse applicazioni mobili non sono compatibili con questi strumenti, limitandone dunque la potenzialità – almeno per il momento.

Un’ultima sfida è il lavoro. Le VPN oggi non sono progettate per l’ecosistema di lavoro di oggi , in cui più utenti si connettono in remoto. In molti casi questo accesso è limitato agli amministratori.

In buona sostanza, lo strumento è senz’altro estremamente valido ed è fuori di dubbio che siano molti di più gli aspetti positivi, proprio in termini di sicurezza, rispetto a quelli negativi. Possiamo tuttavia affermare che la tecnologia VPN potrà ancora svilupparsi e migliorare ulteriormente, per fornire agli utenti un’esperienza di navigazione realmente sicura e performante.

 

 

You must be logged in to post a comment Login

h24Social