Investire in borsa oggi: dalla formazione ai segnali di trading

Investire in borsa oggi: dalla formazione ai segnali di trading

Nonostante la performance elevata del mercato azionario nel 2020 crescono i depositi bancari delle famiglie italiane, arrivati alla cifra record di 1.628 miliardi di euro. Secondo l’ABI, a dicembre la liquidità parcheggiata sul conto corrente, i certificati di deposito e i pronti conto termine è aumentata del 10,3% rispetto allo stesso mese del 2019, con un incremento di 162 miliardi di euro.

Molti italiani, dunque, preferiscono lasciare i risparmi in banca, eppure secondo Warren Buffett sarebbe meglio investire in azioni, soprattutto considerando i rendimenti potenziali nel lungo termine. Un segnale che conferma questo approccio arriva direttamente dalla FED, con il presidente della Federal Reserve americana, Jerome Powell, che ha dichiarato ufficialmente l’adozione del QE strutturale e l’abbandono almeno fino al 2022 dell’obiettivo storico dell’inflazione al 2%.

La preoccupazione delle banche centrali si sta spostando verso i livelli occupazionali, perciò per contrastare la recessione economica causata dalla pandemia di Covid-19 gli istituti stanno seguendo politiche monetarie particolarmente espansive. Questo nuovo approccio diminuisce la volatilità sui mercati, di fatto favorendo gli investimenti azionari, tuttavia rimane indispensabile acquisire competenze adeguate e imparare a gestire il rischio, in quanto lo scenario che si prospetta all’orizzonte è ancora caratterizzato da grandi incertezze per il futuro.

Come iniziare a investire in azioni in modo consapevole

 

Per avvicinarsi agli investimenti finanziari gli esperti Segnaliditrading.net consigliano un approccio prudente e professionale, per questo motivo propongono un servizio dedicato di segnali di trading e formazione, mettendo a disposizione corsi e risorse educative realizzate da docenti altamente qualificati. Si tratta di percorsi pensati per chi vuole migliorare le proprie competenze e per chi desidera diventare un consulente finanziario; inoltre offrono segnali di Borsa con i quali ottenere indicazioni utili per ottimizzare le proprie strategie d’investimento.

Naturalmente la formazione professionale è un aspetto fondamentale per investire sui mercati finanziari in modo autonomo, imparando tutte le tecniche più importanti per effettuare l’analisi tecnica e l’analisi fondamentale in modo accurato e approfondito. Queste capacità consentono di fare trading in maniera indipendente, per costruire da soli il proprio portafoglio titoli, imparando come monitorare la Borsa, in che modo studiare le aziende quotate e quali asset scegliere per creare un portfolio bilanciato.

Il percorso formativo è la scelta giusta anche per chi vuole intraprendere la professione di analista finanziario, una figura sempre più richiesta al giorno d’oggi e in grado di offrire ottime opportunità di carriera. In questo caso il cammino prevede un impegno maggiore, attraverso il supporto di esperti analisti e di masterclass dedicate per chi vuole raggiungere un livello avanzato. Ciò consente di prepararsi per gli esami di certificazione SIAT, per proporsi come consulente in modo autonomo o come dipendente, posizioni lavorative che possono fornire una retribuzione piuttosto importante.

I segnali operativi, invece, sono un servizio molto apprezzato dagli investitori principianti o da chi non ha molto tempo a disposizione, infatti permettono di delegare l’analisi tecnica a dei professionisti specializzati. In questo modo è possibile ottimizzare il tempo dedicato al trading, ad esempio ricevendo newsletter personalizzate con informazioni finanziarie ad alto potenziale, oppure partecipando a portafogli gestiti da analisti certificati per investire in modo semplice, seguendo le strategie e gli interventi di money management suggeriti dagli esperti.

Perché conviene investire sui mercati finanziari oggi?

 

Negli ultimi anni la nostra società ha realizzato un profondo cambiamento, passando da un modello capitalistico a un sistema finanziario, spostando dunque l’attenzione dalla produzione industriale alla gestione del capitale finanziario. Questo fenomeno è di fondamentale importanza, infatti serve per capire l’enorme influenza acquisita al giorno d’oggi dai mercati, dove si concentrano le migliori opportunità d’investimento, superiori a quelle di molti settori tradizionali come l’immobiliare e l’imprenditoria classica.

Naturalmente investire in Borsa richiede competenze e un supporto qualificato, per imparare a controllare il rischio in modo efficace e pianificare strategie di lungo termine adatte ai propri obiettivi e alle risorse economiche a disposizione. Ad ogni modo, il mercato azionario consente a tutti di creare portafogli strutturati in linea con i risultati che si vogliono raggiungere, offrendo al momento rendimenti potenziali nettamente più elevati rispetto agli strumenti tradizionali, come titoli di Stato, conti deposito e obbligazioni corporate.

Una maggiore consapevolezza nell’eduzione finanziaria permette di sfruttare le opportunità fornite dalla Borsa, affrontando gli investimenti in maniera adeguata rispetto alla propria propensione al rischio, per assicurare la sostenibilità del capitale nel lungo termine e scegliere asset e strategie valide per il proprio profilo d’investimento. Secondo gli esperti la crescita dell’azionariato non è una tendenza limitata, soprattutto tenendo conto delle nuove politiche monetarie delle banche centrali, per questo motivo bisogna valutare con attenzione la possibilità di iniziare a investire adesso per garantire il proprio futuro finanziario.

Foto di Nattanan Kanchanaprat da Pixabay

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]