Il campionato di calcio al tempo del Covid: il caso Juventus – Napoli

Il campionato di calcio al tempo del Covid: il caso Juventus – Napoli

Foto di Michal Jarmoluk da Pixabay

Il calcio è uno degli sport più seguiti ed apprezzati al mondo, in Italia è sicuramente lo sport più amato.

Non passa domenica (durante il campionato di calcio) in cui gli italiani non siano incollati allo schermo, oppure si rechino direttamente allo stadio anche in trasferta, per seguire la propria squadra del cuore.

È stato un trauma, infatti, lo stop del campionato durante i mesi di lockdown causati dal Covid-19; però, allo stesso tempo, abbiamo tutti pensato che sia stata la decisione giusta da prendere per preservare la salute dei calciatori ed evitare la diffusione del virus. Il calcio, infatti, è uno sport in cui non si può evitare il contatto fisico e, proprio a causa di ciò, molti atleti sono risultati positivi al Covid-19; anche le squadre italiane più blasonate hanno avuto calciatori positivi al virus, alcuni lo hanno preso in forma lieve, alcuni sono risultati asintomatici, ma c’è stato anche chi lo ha preso in maniera più violenta.

Le persone normali, così come alcuni sportivi, che hanno contratto una forma più forte del virus ne sono uscite a fatica, e non è stato semplice per loro rimettersi totalmente e riprendere la routine quotidiana.

Dopo l’estate speravamo tutti, mondo del calcio compreso, che il virus fosse passato e che saremmo potuti tornare alla nostra vita normale ma, purtroppo, così non è stato.

Infatti, due atleti della squadra di calcio del Napoli sono risultati positivi.

L’Asl campana ha deciso di mettere in quarantena non solo i calciatori risultati positivi al Covid-19 ma, ovviamente, anche tutti gli altri compagni di squadra ed i tecnici.

La preoccupazione, però, c’è anche per i calciatori delle squadre avversarie che hanno affrontato la squadra del Napoli, prima che si scoprisse la positività al Covid-19 di alcuni degli atleti.

Sicuramente verranno fatte tutte le verifiche e gli esami necessari a capire lo stato di salute degli sportivi del campionato di calcio italiano.

Nei giorni scorsi, però, si è verificato un episodio che, ci si augura rimarrà il solo di questo tipo: la Juventus potrebbe vincere a tavolino la partita di calcio contro la squadra del Napoli.

Questa situazione si è verificata perché l’Asl campana ha dovuto mettere in quarantena la squadra del Napoli, perché così prevedere il protocollo nazionale; i calciatori non potevano assolutamente disputare il match, perché avrebbero messo a rischio la salute di troppe persone.

Il problema è che, adesso, la partita potrebbe appunto essere vinta a tavolino della Juventus, con l’assegnazione di tre punti in più, cioè quelli che spettano in caso di vittoria, senza giocare. Un’eventualità ad ora sub iudice.

La discussione che riguarda questa situazione si è fatta piuttosto animata negli ultimi giorni, ci si chiede se sia giusto procedere in questo modo perché, certamente, anche altre squadre di calcio sono a rischio, in ognuna di esse potrebbe esserci un calciatore che contrae il virus e lo diffonde infettando i suoi colleghi.

Non è giusto che le partite, in situazioni come queste, vengano vinte a tavolino. Non è giusto prendersi i tre punti, che spettano in caso di vittoria, senza disputare il match sul campo. Questo il pensiero di molti.

Come si procederà, quindi, in futuro? Vedremo cosa deciderà di fare la Lega Calcio.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social