Guida alle classi energetiche delle asciugatrici

Guida alle classi energetiche delle asciugatrici

Le asciugatrici sono, senza ombra di dubbio, l’elettrodomestico più pratico e efficiente dell’ultimo millenio. Sono utili soprattutto durante le stagioni invernali quando il freddo compromette l’asciugatura dei capi appena lavati. Le asciugatrici di ultima generazione sono ormai in grado di asciugare perfettamente i vestiti lavati, nel giro di nemmeno un paio di ore riescono a fare quello che un asciugatura tradizionale non ci permette di svolgere regolarmente, ovvero avere vestiti asciutti.

Con questa guida andremo ad analizzare quali sono le classi energetiche e quali sono i consumi che esse impiegano per ogni ciclo di asciugatura. Oltre alla rapidità e l’efficienza di questi elettrodomestici dobbiamo anche includere la praticità di essi, in quanto evitano di occupare spazi per stendini e stendibiancheria e potremo così dire una volta per tutte addio alle mollette.

In un mondo dove ridurre i consumi al minimo per non incidere sulla bolletta della corrente e per salvaguardare l’ambiente è diventato basilare, è giusto informarsi a dovere prima di acquistare un elettrodomestico. Eccovi dunque una lista per trovare la migliore asciugatrice a+++.

LE CLASSI ENERGETICHE

Iniziamo con il dire che nelle asciugatrici esistono ben 10 classi energetiche, che vanno dalla G alla A+++. Rispettivamente quella che consuma di più, la classe G, e quella invece più ecosostenibile ovvero la classe A+++. Se volete comprare una asciugatrice che sia di qualità e allo stesso tempo sia in grado di non consumare troppa energia elettrica è meglio stare sulle classi A.
Indubbiamente il costo di questi elettrodomestici è maggiore ma nel tempo riuscirete a recuperare il denaro speso, in quanto le bollette saranno sicuramente più basse rispetto alle altre asciugatrici, che ormai sono quasi scomparse dal mercato.

La classe A dunque è sicuramente la prima scelta, e forse l’unica possibile. Ora bisogna capire il significato dei vari + dopo la lettera A. Partiamo dicendo una cosa scontata, ovvero, che a seconda di quanti + si trovano dopo la lettera A, la classe energetica della nostra asciugatrice salirà e sarà in grado di avere prestazioni migliori, e meno dispendiose, a livello energetico.
Ora poniamo una stima con un carico da 9 kg per asciugatrice:
-l’asciugatrice di classe A+ consumerà mediamente 2,91 KW/h a ciclo
-l’asciugatrice di classe A++ consumerà mediamente 2,2 KW/h a ciclo
-mentre l’asciugatrice di classe A+++ consumerà mediamente 1,51 KW/h per ogni ciclo

Come possiamo dunque dedurre la differenza di queste tre classi sta nel consumo. Negli anni si è cercato di migliorare sempre più il consumo di questi elettrodomestici, per non incidere in maniera significativa sulle bollette della luce.

MODELLI ASCIUGATRICI

Per quanto riguarda invece la scelta dei modelli presenti sul mercato, possiamo dire che ne esistono di moltissimi tipi. Un consiglio che possiamo darvi è quello di consultare la guida presente sul sito internet: www.ToTostock.it e di selezionare l’articolo: miglior asciugatrice, la classifica delle migliori asciugatrici. In questo articolo troverete un elenco dettagliato dei vari modelli presenti sul mercato, con descrizione del prodotto, scheda descrittiva e persino la possibilità di vedere i consumi dei vari modelli di elettrodomestici.

Le marche sono numerose e i modelli sono simili ma hanno prezzi e consumi diversi, dunque è bene scegliere con cautela, anche in base allo spazio disponibile, per l’ingombro dell’asciugatrice.

CONCLUSIONI

Eccoci dunque giunti alla fine di questo articolo, che spero vi abbia reso più chiare le idee sul mondo delle asciugatrici. In questo modo sarete in grado di scegliere il modello più adatto a voi per poter finalmente, appendere lo stendibiancheria, una volta per tutte, al chiodo.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social