Gian Luca Rana e il Festival del Futuro: l’innovazione per la crescita

Gian Luca Rana e il Festival del Futuro: l’innovazione per la crescita

Secondo Gian Luca Rana, amministratore delegato del famoso pastificio italiano Rana, sarà l’innovazione l’unica strada che porterà, le aziende italiane ed estere, alla crescita. A conferma della sua teoria e per dare spazio agli imprenditori e alle start up di venire a conoscenza di queste innovazioni, ha voluto organizzare il Festival del Futuro, che si terrà a Verona il 16 e il 17 Novembre 2019.

Durante la kermesse Veronese, 30 imprenditori, studiosi e innovatori si alterneranno per esporre ed analizzare i trend del momento o quelli futuri e vedere quali opportunità faranno emergere.

A Milano, il 30 settembre scorso, durante la presentazione della Fiera del Futuro, Gian Luca Rana ha spiegato che l’evento sarà una chiave di lettura globale che aiuterà le imprese a misurarsi sul mercato in maniera più consapevole.

Gian Luca Rana è l’ideatore del festival ma anche il presidente del comitato direttivo, ruolo, quest’ultimo che gli si addice alla perfezione, soprattutto per il percorso aziendale che il pastificio Rana ha intrapreso. L’azienda Veronese è da anni fonte di idee e innovazioni grazie ai suoi prodotti di eccellenza e qualità e anche merito dei suoi tecnologici processi produttivi, affiancati da ben 50 brevetti posseduti dall’azienda stessa.

Gian Luca Rana non sarà da solo durante questi due giorni di evento a Verona, al suo fianco ci saranno grandi nomi del mondo della finanza e della produzione alimentare e non: in primis il gruppo editoriale Athesis (di cui rana è presidente), l’Harvard Business Review, il Banco BPM e Eccellenze d’Impresa. Inoltre, altri partner hanno deciso di appoggiare l’idea di Rana, tra questi: Commissione Europea, il politecnico di Milano e Torino, l’Università della Bocconi e di Verona e associazioni confidustriali di Brescia, Verona e Vicenza.

Festival del Futuro per la crescita dei giovani e del territorio

Due focus importanti per questo Festival: il territorio e i giovani. Per quanto riguarda il territorio, Gian Luca Rana ha pensato questo evento, inizialmente per il Nordest, zona che secondo l’amministratore delegato sarà pioniera dell’innovazione tecnologica.  “Il Lombardo-Veneto è un territorio estremamente fertile, una piattaforma creativa e industriale tra le più importanti a livello europeo”, ha dichiarato Gian Luca Rana.

L’altro focus della manifestazione saranno i giovani, per l’esattezza tutti quei giovani che hanno voglia di mettersi in gioco con le loro idee e capacità. L’idea di coinvolgere i giovani e soprattutto le start up è venuta a Gian Luca Rana in seguito alla sua esperienza aziendale negli Stati Uniti. Infatti, il pastificio Rana ha aperto a Chicago due stabilimenti produttivi. “Siamo partiti da San Giovanni Lupatoto come produttori di pasta e grazie anche all’esperienza americana abbiamo ulteriormente aumentato il nostro know-how di sviluppatori di tecnologia.”

Molte start up giovani hanno contattato Rana al suo rientro in Italia per poter chiedere consigli affinché possano realizzare e rendere di successo le loro idee.

Proprio per queste numerose chiamate e richieste di “aiuto” ricevute, che l’imprenditore veronese ha deciso di realizzare il festival del Futuro così da poter dare a tutti i giovani gli strumenti necessari per potersi affacciare nel mondo dell’imprenditoria. Rana inoltre, vuole dare ai giovani il coraggio di farsi avanti e di tentare il successo, perché l’ingrediente fondamentale per poter vedere dei risultati è proprio il coraggio.

il 16 e il 17 novembre si terrà la prima edizione dell’evento ma già Rana è proiettato agli anni successivi. Infatti, le sue intenzioni sono quelle di poter rendere questo Festival un appuntamento fisso annuale e che coinvolga altri paesi europei, diventati un punto di riferimento per l’imprenditoria italiana.

 

You must be logged in to post a comment Login

h24Social