Cos’è la previdenza funeraria?

Cos’è la previdenza funeraria?

Da qualche anno a questa parte, complice anche la crisi che non molla certo la presa, l’interesse nei confronti delle forme di previdenza complementare è cresciuto notevolmente.

Parlare di questo argomento significa, per forza di cose, chiamare in causa anche la previdenza funeraria. Di questo tema in Italia si parla da relativamente poco.

Se stai cercando informazioni in merito, nelle prossime righe abbiamo raccolto alcuni punti che risultano particolarmente rilevanti per capirci qualcosa di più.

Previdenza funeraria: vediamoci più chiaro

La previdenza funeraria è uno strumento che consente di organizzare, in maniera anticipata, l’aspetto finanziario del proprio funerale. Le cerimonie funebre, anche quelle più modeste, hanno infatti costi che non sono per tutti facili da sostenere. Questo vale soprattutto quando una famiglia si trova a far fronte da un giorno all’altro alla perdita di una persona cara.

Per evitare di mettere i propri congiunti nella condizione di fare debiti per il pagamento del funerale e di tutti i paramenti, molte persone scelgono di sottoscrivere una polizza previdenziale funeraria. Vediamo nelle prossime righe quali sono i vantaggi.

I vantaggi della previdenza funeraria: ecco quali sono

Il principale vantaggio della previdenza funeraria riguarda il fatto di sollevare i propri congiunti da qualsiasi preoccupazione relativa alla gestione economica delle esequie.

Un altro aspetto degno di nota è il rispetto delle proprie volontà. Come spiegato sul sito Ofisa.it, negli ultimi decenni la famiglia ha subito notevoli mutamenti.

Se fino a qualche tempo fa diverse generazioni convivevano nel medesimo contesto, al giorno d’oggi è normale avere dei parenti anche stretti che vivono molto lontani. Questo capita pure tra genitori e figli.

Un altro aspetto da considerare è legato al fatto che la tematica della morte è spesso un tabù. Parlare dell’organizzazione del proprio funerale è una delle cose più difficili che ci siano. Questo non deve però significare mettere da parte le proprie convinzioni e la propria fede. La spiritualità è un aspetto cardine dell’unicità di ogni essere umano e deve essere rispettata dalla nascita fino alla dipartita.

Per questo motivo, sempre più persone desiderose di avere un funerale aderente a specifiche indicazioni religiose o laiche sottoscrivono una previdenza ad hoc.

Grazie a questi contratti, è possibile avere un’assoluta garanzia del rispetto delle proprie volontà. La normativa vigente non consente infatti ai parenti di chi ha sottoscritto il contratto di modificare i dettagli dello stesso.

Altre informazioni

Quando si parla della previdenza funeraria, è necessario chiamare in causa anche alcuni piccoli contro. Il principale riguarda soprattutto il fatto che il soggetto che sottoscrivere il contratto deve discutere dei dettagli delle proprie esequie.

Abbiamo già accennato che, molto spesso, parlare di questa tematica con i propri familiari è tutto tranne che semplice. Tirare fuori tematiche delicate come la morte può infatti aprire la porta a fastidiose discussioni.

Discuterne da soli con il titolare dell’impresa di pompe funebri è oggettivamente diverso ma, parliamoci chiaro, per molti non certo agevole. Si tratta di una repulsione umana, dal momento che, ribadiamo, la morte è un argomento a dir poco tabù.

Un ulteriore capitolo a cui porre attenzione riguarda la situazione dei propri cari. Se da un lato con la previdenza funeraria li si solleva dalle preoccupazioni economiche relative al pagamento delle esequie, dall’altro, in qualche modo, si impedisce loro di gestire un percorso, ossia quello di organizzazione del funerale, che può rappresentare una leva molto efficace per sentire meno il dolore.

Quanto costa la previdenza funeraria?

La previdenza funeraria ha costi che variano sulla base dell’età del sottoscrittore del contratto e in virtù del tipo di cerimonia funebre che desidera. La somma complessiva viene rateizzata mensilmente.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social