Cosa sono le Pit Bike

Cosa sono le Pit Bike

Le pit bike sono arrivate in Italia da non molto tempo ma sono già amate e richieste da tantissimi appassionati delle due ruote. E’ possibile acquistarle da pit bike store Mobsterpitbike e rivenditori sparsi su tutto il territorio Italiano. Le top di gamma in Europa sono le YCF che hanno riscosso un gran successo sia nell’ambito amatoriale che in quello delle competizioni.

Ma capiamo la loro storia. Tutto ha inizio con il piccolo modello della Honda CRF50, utilizzato nei campi da cross negli Stati Uniti come mezzo di servizio. Infatti il nome “pit” bike arriva proprio dalle zone in cui giravano ovvero nella pit line del circuito e nei paddock. Ci fu un fenomeno mediatico intorno agli anni 2000 quando il video “50nuts” diventa virale e fa conoscere al mondo quello che ancora oggi è definito il vero spirito delle pit bike.

Nonostante oggi siano utilizzate per gare ufficiali e campionati, i veri appassionati vivono quello spirito ogni volta che gli è possibile organizzando con gli amici un weekend tra garette amatoriali, una grigliata, un paio di birre e qualche salto sulle minicross. Grazie a questo spirito dedito totalmente al puro divertimento in compagnia il fenomeno pit bike oggi ha raggiunto Stati Uniti, Europa e alcune zone dell’Asia.

Differenza tra pit bike e moto classiche

Le differenze non sono molte tra moto classiche e pit bike ma ci sono particolari tecnici che le differenziano. Oltre alla misura ridotta dei modelli e delle ruote a fare la differenza è il motore a sbalzo. Esso è un motore a quattro tempi, monocilindrico, orizzontale e senza culla chiusa del telaio che sarebbe il pezzo di connessione tra il canotto di sterzo e il motore o il telaio della moto.

All’inizio erano esclusivamente con ruote tassellate adatte allo sterrato ma intorno al 2008 arrivano anche i modelli motard con le loro gomme lisce per i circuiti in asfalto. Oggi sono presenti anche le Sunday che sono delle pit bike con un design retrò adatte alle gare flat truck ovvero su circuiti semicircolari dove i rider girano sempre nella stessa direzione alternando rettilinei veloci e curve in derapata sullo sterrato battuto.

Dove si può girare con le pit bike

Il consiglio principale è di andare su circuiti adatti alle piccole due ruote o in dei cartodromi. Questa scelta vi darà la possibilità di incontrare altri appassionati e ricevere consigli da chi utilizza le pit bike da più tempo.

Non è sempre possibile frequentare questi luoghi quindi le destinazioni adatte si spostano verso terreni privati (chiedendo il permesso ai proprietari), sentieri sterrati non troppo frequentati e giardini privati. Di base basta che sia un posto libero da troppi ostacoli e senza pedoni che possano essere investiti o altri mezzi che renderebbero pericolosa la zona scelta.

Ricordiamo anche che non sono omologate per la circolazione in strada anche se alcuni modelli si possono omologare. Le pit bike restano comunque il mezzo perfetto per passare un weekend tra amici o in famiglia divertendosi, con qualche garetta amatoriale, qualche sfida e qualche salto per i più temerari. Quindi non resta che trovare il rivenditore più vicino, scegliere la pit bike più adatta, chiamare qualche amico interessato e andare a divertirsi.

 

You must be logged in to post a comment Login

h24Social