Comprare una pit bike: cosa occorre sapere per fare un buon acquisto

Comprare una pit bike: cosa occorre sapere per fare un buon acquisto

Hai in mente di comprare una pit bike? Prima di tutto devi sapere che sono due le tipologie tra cui puoi scegliere: i modelli da motard e quelli da cross. A differenziare le due varianti sono diversi aspetti, a cominciare dalla tipologia delle gomme, ma senza dimenticare il settaggio delle marce e degli ammortizzatori. Entrando più nel dettaglio, le pit bike da motard sono concepite e realizzate per essere guidate su strade compatte, se non addirittura sul cemento: la dimostrazione proviene dalle loro gomme lisce e dai loro ammortizzatori morbidi. Diverse sono le caratteristiche tecniche delle pit bike da cross, che vengono progettate e messe a punto per affrontare le strade sterrate: ecco spiegato il motivo per il quale presentano gomme tassellate e ammortizzatori caratterizzati da una maggiore rigidità.

Dove comprare le pit bike

Pit Bike Store è l’e-commerce a cui puoi fare riferimento se hai in programma un acquisto: qui puoi trovare modelli per tutte le esigenze, ma anche ricambi e prodotti after market che ti consentono di gestire la tua moto come meglio credi. Pit Bike Store fa parte della galassia Profive, una realtà che vanta oltre 10 anni di esperienza in questo settore.

Perché scegliere una pit bike

Sono davvero tanti i motivi per cui può valer la pena avvicinarsi al mondo delle pit bike: in primis perché esse possono rappresentare un iniziale punto di contatto tra il motociclismo e i neofiti che non si sono mai approcciati in precedenza a questo settore. Di certo chi sale in sella a una pit bike non corre rischi, visto che si tratta di mezzi molto sicuri, e ha l’opportunità di divertirsi mettendosi alla prova su circuiti di ogni genere. Per adesso l’uso delle pit bike è limitato ai tracciati privati, nel senso che non si può circolare sulle strade pubbliche con queste moto.

Le caratteristiche delle pit bike

Le pit bike possono essere considerate una soluzione a metà strada tra le mini moto e le moto classiche. Forse è proprio questo loro carattere ibrido ad aver scatenato la curiosità degli appassionati. Le dimensioni contenute, in effetti, sono la caratteristica peculiare delle pit bike, che sono adatte a tutte le fasce di età e che si stanno diffondendo sempre di più anche in Europa, dopo il boom iniziale degli Stati Uniti.

Come sono nate le pit bike

Le pit bike nacquero per soddisfare la necessità di avere a disposizione dei veicoli che consentissero di spostarsi con facilità nelle pit lane e nei paddock. Insomma, si trattava di mezzi che servivano per muoversi nelle corsie che dai circuiti conducono ai box. In un primo momento venivano adoperate moto con caratteristiche specifiche; tuttavia nel giro di breve tempo gli addetti ai lavori si sono resi conto di un notevole interesse, da parte dei ragazzi, nei confronti delle pit bike. Fu questa la ragione per la quale si prese la decisione di progettare e costruire delle moto da cross di dimensioni ridotte, tali da garantire prezzi bassi e da favorire una mobilità migliore.

Una pratica diffusa

In principio le pit bike erano usate unicamente per competizioni di carattere privato: tuttavia con il trascorrere del tempo è cresciuto sempre di più l’interesse verso di loro. Ecco perché oggi ci sono circuiti in ogni parte del mondo, inclusa l’Italia. Anche i bambini hanno la possibilità di salire in sella a una pit bike, così da sperimentare le gioie e il divertimento del motociclismo in condizioni di totale sicurezza. Insomma, una moda che sembra destinata a durare ancora per molto tempo, quella delle pit bike.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social