Come riconoscere gli elettrodomestici che fanno risparmiare di più in bolletta

Come riconoscere gli elettrodomestici che fanno risparmiare di più in bolletta

Gli elettrodomestici incidono in maniera consistente in bolletta e, stando ad un calcolo medio di consumi e di presenza in casa, il loro costo si aggira intorno ai 500 euro all’anno, occupando circa l’80% delle spese totali in bolletta. Le ultime innovazioni tecnologiche e una maggiore attenzione alla riduzione degli sprechi tuttavia può consentire un risparmio maggiore, che parte dall’acquisto e procede con il corretto utilizzo.
Ci sono diversi trucchi per capire quali sono gli elettrodomestici che fanno risparmiare di più in bolletta e capiremo come sfruttarli al meglio per avere dei riscontri positivi sulla riduzione delle spese.

La classe energetica

 

Il risparmio di un elettrodomestico parte dalle caratteristiche di fabbrica. È dunque molto importante leggere l’etichetta e capire i consumi dell’elettrodomestico che si desidera acquistare. Da marzo 2021 è entrata in vigore la nuova etichetta energetica, che andrà man mano a sostituire quella che abbiamo consultato finora. Le modalità di lettura saranno le medesime, con i colori del semaforo ad indicare un maggiore o un minore risparmio e una serie di lettere per la classe energetica. L’attuale classe A+++, che rappresenta il top di gamma per quanto riguarda l’efficienza energetica, nella nuova etichetta sarà la classe C. L’intento è quello di facilitare la comprensione delle classi più efficienti, senza continuare ad aggiungere le + che creavano confusione. Maggiore è la classe energetica quindi e maggiore è il risparmio. In elettrodomestici ad alto consumo come frigoriferi e lavatrici, la classe energetica riesce a ridurre i consumi di circa il 30% e per valutarne i consumi il consiglio è quello di leggere con attenzione i dati riportati in calce all’etichetta, che riportano i consumi medi annui per la lavatrice e la rumorosità del frigo.

Marchio Ecolabel

Il marchio Ecolabel è un’ulteriore garanzia di risparmio. Viene richiesto dalle aziende alla comunità europea e si ottiene mediante una valutazione dell’intero ciclo di produzione e smaltimento del prodotto. È quindi un marchio di qualità ecologico europeo che contraddistingue quel prodotto non solo per le caratteristiche prestazionali, ma anche per l’attenzione ai materiali di cui è costituito e tutto il processo di smaltimento. Il riconoscimento Ecolabel considera infatti anche l’età media del prodotto e la possibilità di essere riciclato con facilità o riutilizzato. Un aspetto dunque molto importante per promuovere l’ecosostenibilità e che consigliamo di osservare come cittadini consapevoli dell’utilità di seguire prassi sempre vicine all’ambiente.

 

Facilità di manutenzione

Un altro aspetto da considerare per il risparmio in bolletta è la facilità di manutenzione. Vi chiederete perché. Immaginate di continuare a utilizzare un elettrodomestico che ha qualche piccolo problema tecnico perché l’assistenza vi fa aspettare settimane: l’apparecchio finirà per non performare in base alle caratteristiche per il quale lo avete scelto e quindi consumerà di più. Per questo è importante assicurarsi di avere un servizio di riparazione elettrodomestici efficace e immediato, che riesca a garantire un pronto intervento in caso di urgenze o un’assistenza celere se c’è da risolvere un piccolo guasto elettronico. Avere inoltre un’assistenza poco efficace compromette in generale il buon funzionamento dell’elettrodomestico, con il rischio di doverlo sostituire e quindi mettere in conto una spesa non necessaria.

Foto di Photo Mix da Pixabay

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]