Come fare a recuperare file cancellati o danneggiati

Come fare a recuperare file cancellati o danneggiati

Diciamoci la verità, a chi non è mai capitato di aver cancellato erroneamente un file digitale e di essersene pentito amaramente qualche minuto dopo? O ancora, quante volte vi sarà capitato di trasferire un documento o una foto da un dispositivo all’altro senza rendervi conto che il salvataggio non era andato a buon fine, rendendo illeggibile il file?

Nell’era del digitale, purtroppo a chiunque è capitato qualcosa del genere e di lì è iniziata l’odissea sul web per cercare di scovare il software più affidabile e più pratico nel recupero file, perché fortunatamente alcuni sviluppatori hanno progettato applicativi che ci permettono di recuperare dai nostri errori o da quelli della stessa tecnologia.

Ma non tutti i software sono uguali, molti hanno peculiarità uniche nel proprio genere come ad esempio Wondershare Recoverit che si presenta come leader nel settore, non tanto perché riesce nel recupero del file originale e completo ma perché è in grado di recuperarne in circa mille formati diversi attraverso quasi tutti i dispositivi e supporti attualmente in commercio.

Per esempio: stavate lavorando ad una presentazione Power Point per un progetto di lavoro o di studio e improvvisamente è andata via la corrente e avete perso tutto perché non avevate salvato? Nessun problema, si può recuperare.

Con questo applicativo, è possibile persino creare supporti di avvio in caso di arresto anomalo del proprio computer, proprio per fare in modo che, in qualsiasi caso, anche qualora il proprio dispositivo possa danneggiarsi, i file possano essere recuperati.

E non funziona solo con i documenti, le foto o con quelli meno “pesanti”. Riesce anche a riparare i video “corrotti”, ovvero che non vengono letti perché sono stati danneggiati per qualche motivo.

Parliamo di un software professionale ma con funzioni che lo rendono alla portata di tutti, anche di coloro che non gradiscono la complessità di alcuni programmi. Infatti è semplicissimo da usare, basti pensare che una volta avviato si utilizza con tre semplicissimi passi: seleziona, scansiona e recupera e poi pensa a tutto lui.

Repairit, che è l’applicativo che permette questa funzione, adesso è inserito in Recoverit nella versione 9.5. Incredibile ma vero: il sistema riesce a scansionare, raccogliere e unire i frame dei video corrotti, recuperandoli e riparandoli, facendoli tornare come nuovi.

Infine, ma non da ultimo, Recoverit si differenzia da altri sistemi anche per la praticità nell’esaminare i file. Infatti, dopo una scansione del dispositivo è in grado di dare un’anteprima gratis, consentendo di vedere foto, video, audio, documenti e molto altro, in modo tale da valutare con estrema precisione quale file sottoporre al recupero.

Per avere un’idea di come funziona e delle potenzialità basta semplicemente provare a recuperare i file cancellati dal proprio cestino e capire le infinite potenzialità.

 

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]