Carte di credito: quali sono i principali circuiti di pagamento?

Carte di credito: quali sono i principali circuiti di pagamento?

Tutti almeno una volta nella vita avranno sentito parlare dei circuiti delle carte di credito, senza però capire fino in fondo di cosa si trattasse e quale fossero i principali. Attraverso questo articolo cercheremo di spiegare in maniera dettagliata questo argomento, soffermandoci sui circuiti di pagamento più utilizzati.

Cosa sono i circuiti di pagamento

Chiunque abbia una carta di credito avrà sicuramente fatto caso a un logo presente su di essa, le cui scritte sono Visa o Mastercard. Questi due sono i principali circuiti di carte di credito, tuttavia non sono gli unici, troviamo infatti anche American Express e Diners Club, circuito meno popolare in Italia ma dalle caratteristiche interessanti (se vuoi approfondire, sul sito specializzato carteprepagate.me puoi leggere maggiori informazioni sul circuito Diners)

Un errore da non commettere è quello di associare questi loghi alle organizzazioni che emettono le carte di credito, bensì si tratta di enti la cui funzione principale è la gestione dei circuiti di pagamento.

Vediamo più nel dettaglio i compiti che essi svolgono. Prima di tutto hanno come obiettivo quello di rendere le transazioni sicure, garantendo sempre che vadano a buon fine e che vengano registrate regolarmente nei conti correnti di chi riceve e di chi effettua i pagamenti.

Emerge subito in maniera abbastanza chiara, come la funzione principale dei circuiti di pagamento sia quella di controllo, per cercare di prevenire illeciti o eventuali frodi con carte di credito. Un esempio di questo tipo può essere la clonazione delle carte, per questo motivo si cerca di evitare che spiacevoli situazioni come questa siano frequenti.

Altra cosa importante da chiarire è che il cliente può scegliere il circuito di pagamento, infatti quando si rivolge all’istituto bancario per richiedere la carta di credito, al contempo può definire se appoggiarsi a Visa, Mastercard o altri ancora.

Non c’è un circuito di pagamento migliore di un altro, l’importante è affidarsi a quelli più conosciuti che non a caso sono anche quelli più sicuri.

I migliori circuiti di pagamento

Mastercard

Tra i più famosi, come già accennato in precedenza, c’è sicuramente Mastercard, circuito storico nato negli Stati Uniti nel 1966. Oggi è uno dei punti di riferimento del settore dei pagamenti elettronici, apprezzato e scelto da numerosi clienti in tutto il mondo.

Si caratterizza in particolare per la sicurezza che è in grado di offrire, per questo motivo è ormai come logo di quasi tutte le tipologie di carte di credito.

Sono numerose infatti le versioni presenti sul mercato, da quella Platinum a quella Gold, fino alla World, o ancora carte circuito Mastercard con Pin e Chip che consentono sia di effettuare le comuni transazioni all’interno dei punti vendita, sia online attraverso il Secure

Code in grado di garantire la massima sicurezza quando si naviga in rete.

Mastercard però non si limita a targare solo carte di credito e carte di debito, ma anche le carte prepagate, usate principalmente dalla categoria dei giovani in virtù della maggiore versatilità e facilità di utilizzo, non necessitando infatti di un conto corrente.

Visa

Altro circuito di pagamento principale è Visa, ancora più anziano di Mastercard, nato infatti nel 1958.

Anche in questo caso stiamo parlando di un marchio che garantisce sicurezza e che è associato a diverse carte (di credito, di debito e prepagate). Una particolarità è che esistono anche Visa usa e getta adatte soprattutto per coloro che intendono acquistare online.

American Express

Infine il terzo circuito di pagamento principale è American Express, sicuramente rispetto agli altri ha un profilo più internazionale e opera in diversi settori, da quello dei servizi finanziari, fino a quello delle assicurazioni e dei viaggi.

Parte della sua celebrità è dovuta all’introduzione di uno dei primi metodi di pagamento, ovvero Travelers Cheque, addirittura verso la fine del 1800.

Marchio diffuso in tutti i paesi e per questo motivo non si ha alcun tipo di problema nell’effettuare pagamenti quando si è in una nazione estera.

Quale circuito di pagamento scegliere?

In conclusione si può quindi affermare come non ci siano particolari differenze tra i  principali circuiti di pagamento, infatti con ognuno di essi si potranno effettuare pagamenti senza alcun tipo di problema.

I costi di attivazione e di mantenimento delle carte non dipendono dai circuiti di pagamento. Altra cosa importante è che ogni carta è vincolata al proprio circuito di appartenenza, per questo motivo quando bisogna effettuare operazioni di prelievo o di acquisto presso POS o ATM, è possibile farlo solo se sono convenzionati con il marchio dei circuito.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social