Capodanno 2019, i luoghi più suggestivi dove trascorrerlo

Capodanno 2019, i luoghi più suggestivi dove trascorrerlo

Le festività sono ormai alle porte e ci si inizia ad interrogare su come trascorrere i giorni a cavallo tra Natale e Capodanno; se la prima ricorrenza, per tradizione, viene passata in famiglia, la seconda per definizione lascia libero sfogo alle fantasie ed ai desideri di ciascuno.
È infatti intorno al Capodanno che si assiste al più alto numero di partenze: dove trascorrere il 31 dicembre, quel momento magico che segna il passaggio da un anno ad un altro? Come ogni anni ci si divide equamente tra chi preferisce passarlo in città e chi, invece, preferisce andare fuori. La scorsa stagione secondo la Coldiretti quasi 5 milioni di italiani sono partiti per Capodanno.

Chi resta in Italia non ha che l’imbarazzo della scelta tra i tanti siti di arte che è possibile visitare, cogliendo l’occasione della festività: Roma, Firenze, Venezia e via via le altre città a vocazione turistica in grado di offrire uno spettacolo unico e che a ridosso delle feste si ammantano di ulteriore fascino.

E chi va fuori? Qui ce n’è per tutti i gusti, da chi resta in Europa a chi predilige mete esotiche, dall’altra parte del mondo. In Europa vanno sempre per la maggiore città come Londra, Parigi, Barcellona; per chi non teme il freddo anche Praga e Budapest. Ma anche i viaggi fuori dal continente sono sempre più scelti dagli italiani.

Di gran moda l’est asiatico, Thailandia e Indonesia su tutte, ma anche le meno ‘battute’ Laos, Cambogia, Filippine. C’è chi opta per il caldo recandosi magari alle Maldive, per concedersi un periodo di mare fuori stagione. Negli ultimi tempi sono in crescita anche le richieste per gli Stati Uniti: il fascino di un Capodanno e New York ad esempio è indubbio; se a questo si aggiunge la facilità di spostamento dovuta ai tanti voli diretti per gli Usa che partono ormai anche dall’Italia e la facilità di accesso, con visti turistici o autorizzazioni ESTA, il quadro è completo.

Tante mete quindi, destinazioni diverse a seconda dei gusti personali di ciascuno. Quale che sia la scelta finale ciò che conta è passare un periodo di serenità e divertimento, staccando dalle preoccupazioni quotidiane legate al lavoro ed alle varie incombenze che si presentano ogni giorno. Divertimento e svago senza dimenticarsi, magari, di chi ha bisogno di aiuto; perché anche a Natale i diritti umani non vengono messi da parte e sono tante le iniziative di beneficenza che nascono per aiutare chi ha bisogno. Perché in fondo, come si dice, a Natale si è tutti più buoni.

Comments are closed.

h24Social
[ff id="2"]