Architetti a Roma, scegliere in modo consapevole

Architetti a Roma, scegliere in modo consapevole

Che sia per ristrutturare la casa, arredarla, per reperire informazioni su un edificio o per qualsiasi altra necessità, può capitare di doversi rivolgere ad un architetto. Una figura professionale tra le più antiche che concentra su di sé competenze trasversali unendo il tutto ad una vena creativa ed artistica per personalizzare al massimo ogni progetto.
Quando si ha questa necessità è importante scegliere nel modo giusto, valutando a fondo ogni aspetto: non sempre si può contare sul passaparola, ancora oggi una delle strade più efficaci per trovare professionisti di qualsiasi natura. Ecco allora che la scelta deve seguire altre strade partendo dalla singola necessità.
Quello che conta nella scelta di un architetto è la finalità per la quale si sta contattando il professionista: nella maggior parte dei casi chi si rivolge ad un architetto lo fa per ristrutturare la propria abitazione.

Come trovare architetti a Roma

È la fattispecie più diffusa, lavori di ristrutturazione per il proprio appartamento o immobile in generale. Ed in questo caso la scelta del professionista cui affidare i lavori può essere dettato da uno studio preliminare dei lavori eseguiti.
Un aiuto in questo senso arriva oggi dalla rete: ci sono portali specializzati, come nel caso di Archisio, all’interno dei quali è possibile trovare un elenco di architetti a Roma con portfolio di lavori eseguiti. Una buona soluzione se non sia ha il contatto diretto di un amico o parente che può indicare un professionista con il quale si è trovato bene.
Consultare i lavori svolti ad un architetto a Roma è un modo pratico per capire se la persona cui ci si sta affidando è in sintonia, dal punto di vista estetico dei gusti, con ciò che si ha in mente. Se poi l’architetto in questione ha già effettuato lavori simili a quelli di cui si ha bisogno, meglio ancora.

Affidarsi totalmente ai consigli di un architetto?

Un’altra tendenza che si riscontra quando si cerca un architetto è quella di non lasciargli carta bianca in tutto per quanto riguarda l’iter dei lavori. Di contro si deve anche prestare attenzione ai consigli del professionista scelto, evitando uno dei rischi che si possono riscontrare in questi casi: quello di sentirsi in grado di dare suggerimenti su come intervenire perché, magari, si ha sempre avuto il sogno di fare l’architetto e si ha un innegabile gusto estetico.
Ma questo non basta per intervenire in modo professionale e spesso è necessario scendere a compromessi per ottenere l’effetto desiderato. E se si palesa una diversità di gusti con il professionista, ciò non deve essere visto come una sua mancanza.
Ultimo aspetto, non certamente di poco conto, da valutare quando si sceglie un architetto, è il prezzo: fornire cifre di riferimento è estremamente complesso perchè, come si diceva, dipende dalla tipologia di intervento che si sta affrontando. Il consiglio è quello di sentire più professionisti e confrontare tanti preventivi, cercando di comprendere punti di forza e criticità di ciascuno e senza necessariamente optare a priori per la soluzione più economica. Che, come noto, non è sempre sinonimo di qualità.

Foto di cocoparisienne da Pixabay

You must be logged in to post a comment Login

h24Social