Come aprire un e-commerce partendo da zero?

Come aprire un e-commerce partendo da zero?

L’e-commerce rappresenta non solo il presente, ma anche il futuro della vendita di prodotti. Le persone, quindi potenziali clienti, sono sempre più impegnate e stressate dalla routine quotidiana; di conseguenza gli acquisti tramite il web sono ormai prassi molto diffusa. Dunque un’occasione molto ghiotta di guadagno è sicuramente costituita dalla creazione e gestione del proprio e-commerce.

Come per ogni attività imprenditoriale, anche per l’e-commerce sono necessarie conoscenze specifiche. Insomma non si può improvvisare niente quando si vuole aprire un negozio online.

Investire in conoscenze

A colui che si cimenta in questa particolare attività di commercio è consigliabile delegare il meno possibile ad altri. Per cominciare un’avventura nel mondo dell’e-commerce è necessario acquisire conoscenze utili. È molto importante, inizialmente, investire su se stessi prima ancora che nell’attività. Ad esempio imparare la lingua inglese; i migliori blog, le principali novità e gli aggiornamenti sono quasi tutti scritti in inglese. Inoltre è fondamentale essere pratici degli strumenti web e dei termini tecnici che dovranno essere indubbiamente utilizzati.

Pertanto alcune conoscenze basilari sono importanti quando ci si approccia al mondo dell’e-commerce.

Individuare la nicchia

Un aspetto fondamentale quando si vuole aprire un e-commerce partendo da zero, è certamente determinare e individuare la nicchia. Cioè rispondere al quesito “chi sono i miei clienti?”. Bisogna scegliere la nicchia giusta e intercettare i bisogni delle persone, al fine di soddisfarli.

Burocrazia

Come per ogni attività, anche per aprire un negozio online sono necessari adempimenti burocratici. Infatti bisogna:
  • aprire una partita IVA
  • inviare una comunicazione all’Agenzia delle Entrate e all’INPS
  • iscriversi alla Camera di Commercio e al SUAP del proprio comune.Sarebbe utile farsi affiancare da un buon commercialista. Solo dopo aver ottenuto la partita IVA e aver creato la società sarà possibile emettere fatture.

Piattaforma e SEO

La fase più delicata, quando si vuole aprire un e-commerce, è la scelta della piattaforma. In queste circostanze può risultare di fondamentale importanza l’assistenza di esperti nella creazione di siti web per la vendita online.

Comunque, ci si può affidare a diverse tipologie piattaforme, quali:

  • sistemi open source, cioè piattaforme di cui gli autori rendono pubblico il codice sorgente permettendo a soggetti esterni di apportarvi modifiche
  • piattaforme in affitto, noleggiabili pagando una somma periodica
  • sito web proprietario, costruito da zero da programmatori in base alle esigenze e alla disponibilità economica dell’azienda.Ovviamente è di rilevanza fondamentale rendere il proprio e-commerce facilmente rintracciabile in rete. La SEO, cioè l’ottimizzazione per i motori di ricerca, è di conseguenza di primaria importanza. Essa rappresenta l’insieme delle attività volte a rendere migliore la visibilità di un sito web quando si effettuano ricerche su Internet.Tra le attività di SEO vanno citate l’ottimizzazione:
  • del sito
  • dei link
  • delle sorgenti
  • delle immagini
  • dei contenuti.

Catalogo

La strutturazione del catalogo è un’altra attività dalla quale può dipendere la fortuna del proprio negozio online. Bisogna dividere i prodotti da vendere per categorie, ma in maniere non eccessivamente dispersiva. Infatti i clienti devono trovare facilmente ciò che cercano.

I prodotti in vendita vanno descritti attraverso schede molto accurate ed esaustive. Ovviamente non possono mancare foto dei prodotti stessi, rendendo l’esperienza di acquisto del cliente il più vicino possibile a quella effettuata all’interno di negozi fisici.

Infine per non avere problemi con le spedizioni, ogni prodotto va identificato attraverso un codice.

Pagamento e consegna

Per non rischiare di tagliare fuori discrete fette di clientela, è necessario dare la possibilità di effettuare il pagamento attraverso il numero maggiore di modalità. Quindi tramite bonifico bancario, PayPal, pagamento alla consegna, le più disparate carte prepagate.

La consegna è un momento fondamentale della transazione, e come tale non va sminuito. I clienti torneranno ad effettuare acquisti proprio in quel determinato e-commerce, considerato il numero elevato di competitors in rete, solo nel caso in cui la loro esperienza sia stata impeccabile. Pertanto è importante la scelta del corriere che si occuperà delle consegne.

Pubblicità

Quando si apre una qualsiasi attività economica, risulta fondamentale investire delle risorse in campagne pubblicitarie. Un’alternativa che può affiancare o sostituire la pubblicità a pagamento, può essere l’apertura e la gestione di un profilo social (Facebook, Instagram e simili) per mostrare e pubblicizzare i propri prodotti. Tra questi strumenti non va sottovalutata anche l’apertura di un profilo su YouTube; infatti con video brevi e accattivanti si può raggiungere una notevole fetta di potenziale clientela.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social