Droga e soldi tra gli attrezzi da lavoro: arrestati in due

Nella serata di sabato 4 novembre in Terracina, località Frasso, lungo la “Frosinone-mare”, una gazzella dei Carabinieri di Terracina ha sottoposto a controllo della circolazione stradale gli occupanti di un’autovettura in transito proveniente dal frusinate poiché, nonostante la copiosa pioggia in atto, percorreva a forte velocità. Nel corso del controllo, uno dei due, il passeggero dell’auto, è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico. Con l’ausilio di una pattuglia in circuito della Stazione di Priverno, la perquisizione è stata estesa anche al mezzo, di proprietà del conducente, dove, tra alcune borse contenenti attrezzi da lavoro, i militari hanno trovato 400 grammi di stupefacente “eroina”, in due grossi ovuli da 200 grammi ciascuno e delle cartucce per fucile, illegalmente detenute poiché entrambi sprovvisti di idoneo titolo di Polizia.

A casa del conducente sono stati rinvenuti ulteriori 21 grammi di “cocaina” suddividi in tre ovuli, altre cartucce per fucile e 1.150 Euro in denaro contante, ritenuto provento di attività di spaccio, tutto sottoposto a sequestro. I due uomini, incensurati, parenti tra loro, sono stati dichiarati in stato di arresto per concorso nella detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Dovranno rispondere anche di “detenzione illegale di munizionamento” e “possesso ingiustificato di strumenti atti ad offendere”.


Ferma restando la presunzione di innocenza, su disposizione del PM di turno presso la Procura di Latina, con cui i militari si sono rapportati in stretta sinergia, i due uomini sono stati associati presso la Casa Circondariale di Latina, in attesa della convalida del provvedimento.