Atti persecutori e minacce, in arresto l’ex convivente

Nei giorni scorsi gli agenti del Commissariato di “Cisterna di Latina” hanno tratto in arresto un uomo in esecuzione dell’Ordinanza di custodia cautelare emessa dall’Ufficio G.l.P. di Latina, in ordine alla commissione del reato di atti persecutori, nei confronti della ex convivente. Il prevenuto, nello scorso mese di gennaio, era già stato arrestato per atti persecutori, violazione di domicilio e danneggiamento, nei confronti della malcapitata, permanendo nella casa circondariale fino al mese di luglio successivo, quando veniva collocato dall’Ufficio G.I.P. agli arresti domiciliari.

Nei primi giorni di ottobre, tuttavia, presso il Commissariato di Cisterna, la donna denunciava nuovamente l’ex compagno, poiché aveva ripreso la propria attività persecutoria, tempestandola con minacce a mezzo telefono, malgrado le prescrizioni formali da parte dell’A.G. gli vietassero di comunicare all’esterno con terze persone. Ne scaturivano indagini che fornivano precisi riscontri alle dichiarazioni della vittima, i cui esiti venivano comunicati alla Procura della Repubblica di Latina. Di conseguenza l’Ufficio G.I.P. disponeva la revoca della misura degli arresti domiciliari e la sostituzione con quella della detenzione in carcere. Il soggetto, veniva pertanto nuovamente associato presso la Casa Circondariale di Latina ad opera degli agenti del Commissariato.