Fondi del PNRR per la messa in sicurezza degli edifici: il consigliere De Santis scrive al sindaco Agresti

Il Comune di Itri
Il Consigliere di minoranza Giuseppe De Santis scrive al Sig. Sindaco del Comune di Itri una nota ufficiale con l’invito a prendere le dovute iniziative ed attivarsi per la richiesta di contributi relativi al PNRR riferite ad opere pubbliche e più precisamente alla messa in sicurezza degli edifici e del territorio.

 

Il consigliere Giuseppe De Santis

Nella nota, De Santis, sottolinea che il comune è stato inadempiente nonostante avrebbe avuto tutte le prerogative e la precedenza proprio a seguito degli eventi verificatisi il 3 e 4 novembre 2021, eventi che hanno richiesto la dichiarazione dello stato di calamità per le zone, Campiglioni, Valle Colella e Giovenco, di cui ancora oggi non si riesce a comprendere l’iter adottato e a che punto e’ giunto lo stesso.


De Santis, nella nota inviata al Sindaco Agresti sottolinea che Il Ministero dell’Interno dipartimento Finanza Locale, ha pubblicato il comunicato numero 4 del 26 Luglio 2022 nel quale si invitano i comuni a presentare le domande di contributi per l’annualità 2023 entro e non oltre le ore 23:59 del 15 settembre 2022 a pena di decadenza. Pertanto invita il Sindaco ad attivarsi, considerato che i tempi sono stretti, e che non sia giusto che la comunità itrana ed i cittadini danneggiati dagli eventi del 3 e 4 novembre 2021 debbano non riuscire a vedere risolte, seppur in parte il loro disagio.

“Naturalmente – specifica De Santis nella nota inviata al Sindaco – la richiesta e fino ad un massimo di 2.500.000 euro può essere presentata se non sono state realizzate opere, non interamente finanziate da altri soggetti, secondo il seguente ordine di priorità : 1) Messa in sicurezza del territorio a rischio idrogeologico; 2) Messa in sicurezza strade, ponti e viadotti; 3) Messa in sicurezza ed efficientamento energetico degli edifici, con precedenza per gli edifici scolastici, e di altre strutture di proprietà.”

De Santis conclude la nota con un augurio “Mi auguro che Lei si stia attivando per la nomina di tecnici di comprovata esperienza, così come abbiamo a più riprese rimarcato nel Consiglio Comunale, che dovranno attestare le condizioni di rischio anche sulla base dei dati Ispra per la riduzione del rischio e l’aumento della resilienza del territorio. Sono convinto che saprà considerare questa mia richiesta di iniziativa, tenuto conto che non possiamo e non dobbiamo perdere questa opportunità. Lascio a Lei ogni forma di considerazione o iniziativa in merito a quanto da me evidenziato.”

Di seguito, il testo della missiva.