Stalking nei confronti della 16enne poi deceduta per overdose: assolto

Il Tribunale di Latina

Assolto dal Tribunale di Latina il giovane di nazionalità colombiana accusato di stalking nei confronti della sedicenne Anna Erika Briasko, poi deceduta nel mese di luglio 2015, nel capoluogo pontino, a causa di un’overdose da eroina.

Secondo gli inquirenti, il 28enne Juan Camilo Pinzon Pinzon per due anni, a partire dal 2013, avrebbe molestato la minore, con cui era fidanzato, facendole continue telefonate, inviandole una valanga di sms e di messaggi in chat, anche di notte.


L’imputato avrebbe chiesto alla sedicenne di restargli vicino, altrimenti avrebbe continuato a drogarsi e sarebbe morto.

Si sarebbe presentato anche davanti alla scuola frequentata da Anna Erika, l’avrebbe inseguita e strattonata.

Nel corso del processo, in cui la madre della ragazza si è costituita parte civile, sono stati ascoltati alcuni amici dell’imputato e della vittima, oltre ai genitori di quest’ultima.

Il 25enne, difeso dagli avvocati Mirko Vani e Valentina Macor, è stato quindi assolto dal giudice Simona Sergio perché il fatto non sussiste.

Assoluzione chiesta dallo stesso pubblico ministero.

Entro 90 giorno le motivazioni della sentenza.