DPI in cantiere: quali sono quelli obbligatori

Close-up construction worker holding helmet, construction safety concept

Per poter lavorare in sicurezza sui cantieri edili, riducendo al minimo il rischio di infortunio, ci sono alcuni Dpi (dispositivi di protezione individuali) indispensabili e soprattutto obbligatori per Legge. Vediamo quali sono.

I Dpi per il cantiere edile

Le normative italiane in tema di sicurezza sul lavoro si diversificano per genere di attività e per rischi a cui vengono sottoposti gli operatori. Nel caso dei lavoratori del settore edile sul cantiere ci sono alcuni dispositivi di protezione individuale che devono essere indossati per garantire la massima protezione. Le norme obbligano l’utilizzo ad esempio delle scarpe infortunistiche oppure dei guanti da lavoro, altrimenti si rischiano pesanti multe. Innanzitutto, le normative prevedono che sia obbligatorio il cosiddetto elmetto di sicurezza conosciuto anche semplicemente come casco; consente di garantire una certa robustezza e capacità di assorbire gli urti e i contatti di natura meccanica. Tuttavia, deve essere leggero e ben areato nonché regolabile per consentire all’operatore di ottenere massima comodità nell’uso. Inoltre il casco deve anche essere dotato dei cosiddetti reggi nuca per garantire stabilità nelle lavorazioni, soprattutto nel caso delle attività effettuate in altezza, ad esempio sui ponteggi. Ci sono poi tante altre caratteristiche tecniche come la presenza di una calotta conchiglia e una bordatura che vengono garantite dalla marcatura CE.


Guanti e calzature di sicurezza

Le attività che solitamente vengono svolte su un cantiere prevedono grande manualità per cui è bene proteggere le mani da qualsiasi contatto con sostanze chimiche pericolose e da urti e sollecitazioni fisiche meccaniche di vario genere. Per fare questo, la legge prevede l’obbligo di utilizzare i guanti che possono essere di tante tipologie a seconda della lavorazione che si sta effettuando. Ci sono i guanti per uso generale che sono caratterizzati da una tela rinforzata per cui più resistenti a tagli ma anche ad abrasioni di vario genere. Inoltre ci sono dei guanti che sono stati progettati e realizzati con dei materiali che mettono al sicuro dal contatto da solventi e prodotti caustici in gomma oppure in caso di maneggio di catrame, acidi e oli. Se il lavoratore deve utilizzare un martello pneumatico oppure un dispositivo similare, bisognerà scegliere dei guanti antivibrazione mentre per gli interventi legati al rifacimento di un impianto elettrico ci sono i guanti per elettricisti che offrono resistenza meccanica e isolamento dal punto di vista elettrico. Infine ci sono guanti pensati per proteggere queste parti del corpo dagli sbalzi di temperatura per cui c’è il guanto che protegge dal calore e quello dal freddo. Altrettanto importanti tra i dispositivi di protezione individuale per altro obbligatorie, sono le calzature di sicurezza. Come per le mani anche i piedi devono essere protetti per cui ci sono scarpe di sicurezza con suola imperforabile e puntale di protezione da utilizzare soprattutto per demolizioni, per lavori in calcestruzzo oppure in generale per interventi che vengono effettuati su impalcature. Per mettersi al riparo da oscillazioni di temperature molto alte o basse si usano scarpe con intersuola termoisolante e quelle a slacciamento rapido, utili quanto si stanno effettuando dei lavori che presentano un rischio elevato di penetrazione di masse incandescenti fuse.

Gli altri dispositivi di protezione individuale

Ci sono altri dispositivi di protezione individuale che per legge vanno assolutamente indossati sui cantieri. Tra questi ci sono le cuffie e i tappi auricolari che devono mettere al riparo dal rumore. Le cuffie e tappi auricolari vengono realizzati con particolari materiali che presentano la capacità di assorbire le frequenze ritenute pericolose per l’udito delle persone. Bisogna proteggersi dalle inalazione di polveri con l’utilizzo di mascherine adeguate e apparecchi filtranti o isolanti. Infatti durante l’attività lavorativa ci sono rischi importanti per l’apparato respiratorio che può andare incontro a una deficienza di ossigeno oppure all’inalazione di sostanze che sono inquinanti e nocive partendo dall’amianto fino ai fumi causati da materiali gassosi. Nella lunga lista di dispositivi obbligatori ci sono gli occhiali di sicurezza e le visiere per proteggere gli occhi da detriti e altri rischi, le cinture di sicurezza con bretelle, le fune e alcuni indumenti specifici come copricapi in caso di eccessiva esposizione ai raggi solari, articoli per la protezione dalle intemperie, tute speciali per chi effettua la pitturazione e le verniciature, grembiuli e gambali.