(FOTO) Nel vortice degli atti vandalici e dell’incuria

Dalle zone di passeggio più conosciute della città al centro storico, aumenta la conta dei danni. Atti vandalici e incuria, un binomio purtroppo da cui non si esce facilmente e che da troppo tempo caratterizza alcune delle location più note di Sabaudia. 

E’ di alcuni giorni fa il cedimento di parte dell’intonaco del portico del Palazzo Comunale, tra l’ingresso del museo Emilio Greco e quello della torre. I calcinacci sono stati rimossi dopo un celere intervento degli agenti della Polizia locale che hanno messo in sicurezza l’area da poco riaperta al transito dopo alcuni giorni di chiusura. Altri cedimenti si sono verificati in città soprattutto nei locali di proprietà della Regione. Tra questi ricordiamo quello presso il portico in Corso Vittorio Emanuele III e gli altri davanti l’ingresso dell’Hotel Sabaudia al Lago. In entrambi i casi i cedimenti sono avvenuti a causa di infiltrazioni d’acqua.


Altra zona problematica quella del Belvedere dove ignoti hanno divelto un cartello e spostato uno dei dissuasori in pietra facendolo rotolare in strada, un pericolo sicuramente per chi transita in macchina. Purtroppo i continui atti vandalici al Belvedere non fanno più notizia come si suol dire. Una zona abbandonata soprattutto di notte le cui strade sono disseminate di buche. Come per altre zone di Sabaudia anche in questo caso, non è ancora chiaro se le telecamere comunali funzionino o meno. (di seguito la gallery della zona del Belvedere)