Elezioni a Santi Cosma: il candidato sindaco Testa presenta la sua lista

Uniti per Cambiare, presentata la lista del candidato sindaco Antonello Testa. In località Cerri Aprano, una grande folla, ha voluto partecipare all’appuntamento per conoscere i futuri volti della corsa elettorale.

Il prossimo 12 giugno i cittadini di Santi Cosma e Damiano saranno chiamati a scegliere il nuovo Sindaco. Dodici candidati, alcuni nuovi alla politica, altri già con curriculum di spicco, lavori e generazioni diverse, hanno deciso di unirsi per dare una svolta alla politica del proprio paese. Una squadra affiatata, un team di amici, l’importanza del lavoro di gruppo e la volontà di cambiamento, sono nodi fondamentali del discorso di presentazione del candidato sindaco Antonello Testa.


Imprenditore edile, 57 anni, cinque anni fa il suo esordio in politica e con il risultato di primo eletto tra i consiglieri, grazie alla fiducia dei cittadini. Antonello Testa, pronto a mettere a disposizione dei concittadini le sue doti imprenditoriali, si racconta ai tanti presenti: ‘Siamo un gruppo di amici animati dall’unico obiettivo, quello di lavorare a favore di tutti. Vogliamo realizzare un’inversione di rotta, investendo sul territorio’. ‘Prima ascoltare le esigenze dei cittadini e poi decidere’, questo è uno dei punti fondamentali del candidato sindaco Antonello Testa, e inoltre: ‘Bambini, scuola e soggetti più delicati sono il nostro primo punto. Affronteremo la questione dell’aumento della TARI, delle difficoltà degli investitori che vogliono creare lavoro e sviluppo a Santi Cosma e il contenzioso con il consorzio di bonifica’. Una squadra di amici, valori come quello della solidarietà, dell’uguaglianza e soprattutto la metafora calcistica viene più volta ripresa tra le presentazioni dei candidati, lo ritroviamo proprio con Carmela Cassetta: ‘Il calcio è una metafora molto rappresentativa della vita. E’ tempo che questo paese ritrovi l’energia e riesca ad uscire dall’immobilismo. Per questo siamo pronti a correre insieme in un progetto comune ed è fondamentale convincere gli indecisi’.  Insieme a Carmela Cassetta, la compagine femminile è composta da Ester D’Aprano, che ha descritto questi ultimi cinque anni di amministrazione, come un tempo sospeso, l’avvocato Sandra Palma, che ha presentato il suo progetto di accoglienza di donne e minori vittime di violenza e la under 30 Ilaria Iacobucci. Prima esperienza in politica per Sandra Palma, per Ilaria Iacobucci, Antonio Cardillo, Angelo Panzanella, imprenditore delle eccellenze alimentari del territorio  e Antonio Vozzolo, luogotenente dei carabinieri che pone l’accento sull’importanza della salvaguardia del patrimonio paesaggistico e lotta all’inquinamento. Imprenditori, esponenti delle forze dell’ordine, ed ex consiglieri della uscente amministrazione. Rolando Bozzella che ha coordinato gli interventi, con una particolare attenzione a presentare, Maddalena Diana, interprete LIS, che ha tradotto e reso possibile la condivisione della serata alle persone sorde. Danilo Di Mambro, ispettore militare di 37 anni, punta sulla svolta nel modo di amministrare. Vincenzo Petruccelli, che ha consegnato le proprie dimissioni da vicesindaco e assessore all’Istruzione, proprio in contestazione al modo di interpretare la politica di Taddeo: ‘Un uomo solo al comando è difficile che abbia successo in uno sport di gruppo. E’ arrivato il tempo di voltare pagina. Sentiamo forte la sindrome del Ventrisco, la sindrome di chi è innamorato della propria terra e non riesce a stare lontano da lei. Per questo dobbiamo creare nuove occasioni per i nostri giovani affinché possano trovare lavoro nel loro paese’. Luca Rossi ha descritto la problematica per gli agricoltori che hanno vissuto questi ultimi cinque anni senza irrigazione. Emanuele Viccaro, artigiano, anche lui pone l’accento sulla valorizzazione del territorio e l’importanza di creare lavoro per le nuove generazioni.