Cisterna celebra domani, 17 maggio, la Giornata contro l’omofobia

Interverranno la senatrice Monica Cirinnà, la consigliera regionale Marta Bonafoni, il prof. Schillaci, il presidente Arcigay Latina

Martedì 17 maggio, in occasione della Giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia, l’Amministrazione Comunale di Cisterna di Latina inaugurerà due panchine e strisce pedonali arcobaleno.

Le due panchine sono state ridipinte con i colori della bandiera che simboleggia le battaglie per i diritti della comunità LGBT (sigla che significa lesbiche, gay, bisessuali e transessuali) e sono collocate una in via Einaudi, di fronte al Polo Tecnico, e l’altra in Piazza XIX Marzo, di fronte a Palazzo Caetani.


La realizzazione artistica delle panchine è stata compiuta dai ragazzi dell’IIS Campus dei Licei Massimiliano Ramadù guidati dalla professoressa Daniela Battiati, docente di Disegno e Storia e storia dell’arte presso l’indirizzo liceale scientifico, e dal professor Livio Cannoli, docente di Tecnologie e tecniche di rappresentazione grafica presso il polo tecnico, entrambi dell’Istituto superiore di Cisterna.

La Giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia è stata istituita dall’ONU nel 2004 e si celebra il 17 maggio, giorno in cui l’OMS decise di rimuovere l’omosessualità dall’elenco delle malattie mentali.

Scopo dell’iniziativa è la sensibilizzazione e la prevenzione contro la discriminazione e la violenza che ancora oggi molte persone in Italia e nel mondo subiscono a causa del loro orientamento sessuale e alla loro identità di genere.

Il programma del 17 maggio si articolerà in due momenti distinti: al mattino, alle ore 10:30, avverrà l’inaugurazione della panchina arcobaleno di via Einaudi insieme agli studenti delle scuole superiori della città. Nel pomeriggio, dalle 18:00 in poi, verrà invece scoperta la panchina arcobaleno di Piazza XIX Marzo. Dopo il rituale taglio del nastro seguiranno gli interventi del sindaco Valentino Mantini, del vicesindaco Maria Innamorato, dell’assessore alla scuola Pagnanelli, della preside del liceo Anna Totaro, dell’ex parlamentare Sesa Amici, della consigliera regionale Marta Bonafoni, della senatrice Monica Cirinnà, segretaria della commissione diritti umani del senato e di due attivisti dei diritti LGBT. Inoltre il professore di diritto comparato alla Sapienza, Angelo Schillaci, e il presidente di Arcigay Latina Valerio Vitale. La manifestazione sarà chiusa dallo spettacolo “Music is Poetry”, una performance teatrale realizzata sempre dagli studenti del Liceo Ramadù per la regia di Marianna Cozzuto, musiche del maestro Fabio Perciballi e testi di Fabio Brinchi Giusti.

La nostra Amministrazionedichiara Maria Innamorato, vicesindaco con delega alla Cultura, alle Pari opportunità e ai diritti LGBTsin dal primo giorno si è posta l’obiettivo di fare di Cisterna una città dei diritti. Dopo l’adesione alla Rete Ready inauguriamo le due panchine arcobaleno. Le panchine realizzate dagli studenti dell’IIS Ramadù sono state un grande occasione per coinvolgere i ragazzi in un progetto in cui credono molto e vogliono rappresentare un segnale importante di solidarietà e sostegno e alle lotte per i diritti e contro le discriminazioni basate sull’orientamento sessuale e sull’identità di genere”.