Festa della Liberazione, l’Anpi: “Dopo due anni di pandemia, ancora più importante”

Dopo due anni dall’inizio della pandemia quest’anno il 25 Aprile assume una veste ancora più importante e coinvolgente. Possiamo finalmente riunirci e dare la meritata importanza alla Festa della Liberazione”. Così, il comitato Anpi della provincia di Latina.

“77 anni fa i nostri partigiani e le nostre partigiane ci liberarono dal nazifascismo donandoci la libertà con la loro vita”, continuano dal sodalizio. “Questo sacrificio volontario ci ha spinti a organizzare nella provincia, delle iniziative aperte a tutta la cittadinanza. I continui e ripetuti attacchi rivolti all’Anpi ci spingono maggiormente ad essere presenti e ad impegnarci per difendere quei valori di libertà, uguaglianza, fraternità e pace che sono i pilastri portanti della nostra associazione. Invitiamo tutti i cittadini, le associazioni, le istituzioni e tutti gli antifascisti ad essere presenti nelle nostre iniziative. Viva La Resistenza”.


Di seguito, la lista delle iniziative in programma in terra pontina:

  • Aprilia: un corteo per la pace in piazza Roma, a partire dalle 9:30
  • Latina: “Amplificatori di democrazia”, cerimonia istituzionale presso il monumento dei Caduti del Parco Falcone e Borsellino. Dalle ore 10:30; a seguire, deposizione di fiori al busto di Sandro Pertini
  • Sezze: “Mille Papaveri Rossi”, centro sociale Calabresi, lettura e canti della Resistenza, dalle 18
  • Pontinia: “Un murales per la Liberazione”, piazza Roma (ex Torre Idrica) ore 10:30
  • Fondi: “Sulle strade dell’Antifascismo”, pedalata tra le strade di Fondi; piazza Matteotti ore 9
  • Formia: presidio in piazza della Vittoria, ore 10. Omaggio al monumento per l’eccidio della Costarella, Trivio, ore 17
  • Terracina: “Strade della Libertà”, con giochi, letture, informazioni e tesseramento. In piazza Garibaldi dalle 10
  • Roccagorga: cerimonia istituzionale in piazza VI gennaio, dalle ore 9