Cosa vedere a Roma: 5 posti imperdibili

Italiani e non, prima o poi nella vita tutti decideranno di recarsi a Roma, che sia per visitarne i luoghi più suggestivi, oppure per immergersi nell’arte di questa città ricca di storia.

In queste righe vi offriamo una piccola guida sulle principali attrazioni della capitale, ma anche qualche consiglio decisamente utile per arrivare in città senza intoppi.


Il Colosseo

Quando si parla di un viaggio a Roma, la prima tappa del nostro itinerario è sicuramente lui, il Colosseo. Il gigante romano comprende non solo l’Anfiteatro Flavio, ma anche il Foro Romano, l’Arco Costantino e il Palatino, cioè il colle che inizialmente ospitava le residenze aristocratiche, poi i palazzi imperiali, come la Domus Aurea e la Domus Flavia che tutti abbiamo studiato a scuola.

Il Colosseo vi regalerà emozioni uniche al tramonto, quindi non limitatevi a passarci solamente di giorno per visitarlo in ogni suo angolo. Uno scatto (o mille) del Colosseo è assolutamente obbligatorio quando il sole cala e la luce che lo circonda diventa magica.

La Basilica di San Pietro

Oltremodo famosa per la cupola realizzata da Michelangelo e per il lavoro del Bernini che realizzò l’omonima piazza, la Basilica di San Pietro merita una visita interna accurata, nonostante l’attesa che vi aspetta per entrare.

Se scegliete l’opzione con la salita fino alla Cupola, potete scegliere il comodo ascensore oppure gli infiniti scalini. Solo un’avvertenza, da persona che ci è passata: se siete claustrofobici, probabilmente le scale non fanno al caso vostro.

Il Campidoglio e i Musei Capitolini

Da sempre dimora degli edifici di Stato più importanti nella storia della capitale, il Campidoglio vi farà arrivare ai colli romani per visitarlo. Oggigiorno, ospita i Musei Capitolini, in cui potrete ammirare le varie raccolte di tutti i papi dal 1471 con Papa Sisto IV.

Piazza di Spagna

Forse la più assalita in assoluti dai turisti, piazza di Spagna ospita la chiesa della Trinità dei Monti, che di certo non ne peggiora l’aspetto.

Piazza Navona

Personalmente, la piazza più bella tra le più conosciute di Roma. Piazza Navona non avrebbe bisogno di descrizioni, ma ve ne accorgerete da soli quando ci metterete piede. Questa piazza ospita una splendida fontana, chiamata dei Quattro Fiumi, realizzata dall’immenso Bernini.

Come arrivare a Roma

Dopo avervi regalato una panoramica sulle meraviglie romane che non potete non visitare durante la vostra permanenza nella capitale italiana, ecco qualche consiglio su come raggiungere la città. Nonostante il detto “tutte le strade portano a Roma”, esistono sicuramente delle modalità di spostamento più adatte rispetto ad altre a seconda delle vostre esigenze.

  • In aereo: volare fino a Roma Fiumicino è sicuramente la scelta più comoda e veloce, qualsiasi siano le vostre condizioni di viaggio. L’aeroporto romano è ben collegato con voli che partono da qualsiasi città italiana, quindi avrete l’imbarazzo della scelta sia per quanto riguarda la compagnia, sia per gli orari di viaggio.

Una volta arrivati in aeroporto, il modo più comodo per raggiungere il vostro alloggio è sicuramente un transfer roma fiumicino, puntuale e veloce. Prenotando un transfer, non avrete il problema dei bagagli ingombranti o di muovervi con i mezzi pubblici viaggiando con anziani o bambini piccoli, scelta decisamente poco consigliata in una città affollata come Roma.

 

  • In treno: altro modo per raggiungere la capitale comodamente, la rete ferroviaria italiana offre collegamenti più che soddisfacenti a Roma.

Viaggiando in treno, dovrete scegliere quello perfetto per voi in base alla vostra città di partenza: i treni Italo partono dalle maggiori città italiane, come Milano, Firenze, Bologna e Venezia; i Frecciabianca invece collegano le città costiere toscane e liguri alla capitale, effettuando diverse fermate intermedie in piccole cittadine, partendo sempre da Milano e Torino. Per quanto riguarda i collegamenti con il Centro e Sud Italia, solamente pochi treni sono disponibili.

Se cercate la soluzione più veloce, optate per il Frecciarossa, ma considerate che a differenza degli aerei, i treni sono più soggetti a ritardi anche di qualche ora.

 

  • In auto: assolutamente sconsigliato a causa del traffico ingestibile della capitale, che vi ruberebbe ore anche solo per arrivare all’alloggio e lasciare la macchina, che non riprendereste più per il resto del viaggio per visiterete tutto camminando.