Perdita d’acqua in via Nascosa, FdI denuncia: “Ennesimo disagio per i residenti”

Continua e peggiora lo stato di abbandono che i residenti della zona di via Nascosa vivono ogni giorno. Oltre ai rischi di incidenti per chi percorre quell’arteria altamente trafficata ed in condizioni molto preoccupanti, da un mese si è aggiunta una copiosa perdita d’acqua sul manto stradale, già disastrato di suo, che rappresenta un altro fattore di rischio, oltre ad un inaccettabile sperpero di una risorsa preziosa e costosa come l’acqua della rete comunale. Ricordiamo che Latina è il secondo capoluogo d’Italia per dispersione idrica, ben il 70%, un dato che grida vendetta visto l’aumento dei costi dell’energia e che è difficilmente spiegabile ai cittadini che vedono continui rincari sulle proprie bollette”. Una denuncia che arriva da Fratelli d’Italia, e più precisamente dai consiglieri Andrea Chiarato e Matilde Celentano.

“I numerosi solleciti inoltrati ad Acqualatina, ente partecipato del Comune, hanno fatto la fine di tutti gli altri solleciti ed allarmi che sono stati esposti ai vari assessorati comunali responsabili di risolvere queste condizioni di degrado. Restano del tutto ignorati. La nostra mozione, che puntava proprio ad impegnare con decisione il sindaco e la giunta comunale, è stata rigettata con disprezzo dalla maggioranza. Disprezzo manifestato proprio dal sindaco, che in quell’occasione ha definito la mozione stessa puerile ed immotivata, contrariamente all’assessore Caschera, che invece la riteneva motivata ed attuale”.


“La stessa Forza Italia, che oggi è in maggioranza dopo un deludente patto siglato sottobanco proprio con l’attuale sindaco, sta tradendo i propri elettori accomodandosi sul nulla di fatto dopo cinque mesi di governo passati a disquisire ed in tatticismi politici che al popolo non interessano affatto. Tutte le questioni in sospeso da anni (assegnazione case popolari, Ponte Mascarello, Via Nascosa, Teatri, ex mercato annonario, ex garage Ruspi, edificio della Banca D’Italia, Rio Martino, ecc…) stagnano nel dimenticatoio, nella mancanza di prospettive e nella mancanza di rispetto verso la città di Latina e di chi la vive. Noi ci auguriamo – continuano Chiarato e la capogruppo di FdI – che finisca presto questa agonia e che si ritorni al voto quanto prima, nella certezza che andare avanti con questo mandato sindacale non è ne utile ne positivo per lo sviluppo del nostro territorio”.