Fondi del PNRR: ‘Latina nel Cuore’ chiede una cabina di regia formata da professionisti

Il Comune di Latina

Nelle ultime settimane il Governo sta attivando un numero sempre maggiore di bandi relativi al PNRR, il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza preparato dall’Italia per rilanciarne l’economia dopo la pandemia di Covid-19. Tuttavia, l’amministrazione comunale di Latina non sembra essersi accorta del valore di tali risorse e, fatta eccezione per i due bandi del Ministero della Transizione Ecologica relativi al miglioramento della raccolta differenziata, non si è adeguatamente organizzata per poter accedere a tali finanziamenti, mostrando scarsa competenza e preparazione rispetto ad un tema di tale interesse”.

E’ quanto si legge in una nota a firma dei Consiglieri Comunali di ‘Latina nel Cuore’, Dino Iavarone, Renzo Scalco e Mario Faticoni.


Cosa ha fatto o sta facendo per l’opportunità offerta, per il teatro D’annunzio, dal bando del Ministero dei Beni Culturali prossimo alla scadenza su l’ecoefficienza e la riduzione dei consumi energetici nelle sale teatrali pubbliche e private attive e nei cinema pubblici e privati attivi, anche in relazione ad interventi collegati alla climatizzazione, illuminazione, comunicazione e sicurezza? Cosa ha fatto o cosa intende fare per l’avviso atto a favorire le attività di inclusione sociale di determinate categorie di soggetti fragili e vulnerabili come famiglie e bambini, anziani non autosufficienti, disabili e persone senza dimora? E per quanto riguarda interventi che mirano al rafforzamento dei servizi a supporto delle famiglie in difficoltà, alle soluzioni alloggiative e dotazioni strumentali innovative rivolte alle persone anziane per garantire loro una vita autonoma e indipendente, ai servizi socioassistenziali domiciliari per favorire la deistituzionalizzazione, forme di sostegno agli operatori sociali per contrastare il fenomeno del burn out, nonché iniziative di housing sociale di carattere sia temporaneo che definitivo? Queste sono solo alcune delle perplessità e domande che i cittadini di Latina si pongono e a cui attendono risposte concrete e operative.

Già in tempi non sospetti l’On. Vincenzo Zaccheo aveva proposto la costituzione di una cabina di regia formata da un pool di professionisti capaci di accedere ai bandi relativi al PNRR e ottenere così finanziamenti che possano avere una ricaduta positiva sulla città, evitando, inoltre, continui bandi di affidamento a terzi per la redazione dei progetti – vedi quello sui rifiuti – con maggiori oneri, allungamento dei tempi e seri rischi di mancata partecipazione ai bandi. Ci teniamo dunque a ribadire come l’Ente di Piazza del Popolo debba investire al più presto su professionalità che possano occuparsi a 360° delle risorse messe a disposizione dal PNRR e non solo, istituendo una cabina di regia di natura tecnica che possa supportare l’attuale amministrazione indirizzandola verso quei bandi decisivi per il rilancio, lo sviluppo sostenibile e al passo dell’innovazione digitale e tecnologica richiesti dai cittadini e dalle imprese del territorio di Latina”.