Strisce pedonali invisibili? Ci pensa un cittadino: l’intervento fai da te a Sabaudia

Urbanistica fai da te a Sabaudia. Un cittadino di buona volontà armato di vernice bianca, pennello e una sedia da giardino, utilizzata a mo’ di scudo segnaletico per evitare di essere travolto, si è chinato a terra per poter ridipingere le strisce pedonali orami invisibili. E’ accaduto venerdì mattina nei pressi dell’albergo Il Gabbiano in via Regina Elena.

L’autore del gesto, Romano Di Biase, marito della proprietaria dell’albergo, già lo scorso anno si era affidato al fai da te incaricando degli operai e giustificando il gesto con il pericolo perenne e costante per i pedoni che attraversano in quel tratto dove, in assenza della segnaletica, si rischia di continuo di venire investiti.


“Mentre l’amministrazione comunale a ridosso delle elezioni diffonde immagini di una improbabile città-cantiere, con interventi di manutenzione stradale parziali e discutibili, la realtà dei fatti è tutt’altra”, commenta Alberto Mosca, il candidato sindaco sostenuto dalle liste civiche Città Nuova, Scegli Sabaudia e Forza Italia. “Un’attività certo che non può essere realizzata da privati, ma questo gesto è emblematico delle disattese esigenze di vita quotidiana della cittadinanza che vede la propria città affondare nel degrado e nell’incuria della gestione Gervasi, molto propensa ai proclami e poco alla concretezza dei fatti”.