VIDEO – Rete del lavoro agricolo di qualità, questa mattina l’evento a Cori

Oggi alle ore 11, nel rispetto dei protocolli di sicurezza anti-contagio del virus COVID-19 è stata presentata presso l’azienda vinicola Cincinnato in Cori l’iniziativa riguardante il sondaggio da espletare presso le aziende iscritte nella Rete del lavoro agricolo di qualità.

Nella circostanza, erano presenti anche le tre aziende aderenti alla citata Rete ovvero l’Azienda agricola Torretta Corana, l’Azienda agricola Trocchi Maria Luisa e l’Azienda agricola Agrisole.


Il sondaggio, finanziato dal Fondo Asilo Migrazione e Integrazione 2014-2020 (FAMI) nell’ambito del progetto SPRInt — “Servizi e Prefettura in Rete per l’Integrazione”, è organizzato dalla Prefettura di Latina (capofila del progetto) e dell’ INPS in favore di lavoratori e aziende aderenti alla Rete.

IL VIDEO

L’obiettivo generale è stato quello individuare le motivazioni fondanti di una scelta etica e far emergere ulteriori politiche di settore che possano essere di maggiore impulso per una più ampia e convinta partecipazione dei soggetti imprenditoriali al Sistema virtuoso che si intende sviluppare attesa la limitata adesione di solo 114 aziende su un plafond di circa 7000 imprese. La modalità con cui perseguire l’obiettivo specifico e quella di “scendere in campo”, fisicamente, nelle aziende, tra i lavoratori, con un team di funzionari esperti finanziati dal Ministero dell’Interno e con gli uffici pubblici territoriali che rappresentano i principali stakeholders di settore, allo scopo di somministrare un questionario che raccolga aspirazioni o critiche costruttive al sistema vigente, secondo la visuale degli stessi beneficiari.

Il risultato dell’inchiesta che prevede la visita ad almeno un terzo delle aziende aderenti alla Rete sarà poi veicolato all’interno della “Sezione provinciale della Rete del lavoro agricolo di guaina” presieduta dall’INPS per valutare e realizzare le azioni suggerite in un’ottica di confronto costante tra mondo delle aziende. Istituzioni pubbliche e Organizzazioni Sindacali di settore.

Durante l’incontro con un comunicato esplicativo, sono stati presentati i due questionari, il primo rivolto alle aziende e il secondo ai lavoratori entrambi tradotti in più lingue.