Maltrattamenti alla compagna, via al processo per un 33enne di Terracina

Si è svolta martedì mattina davanti al Tribunale di Latina, in composizione collegiale, la prima udienza dibattimentale nei confronti di un 33enne di Terracina imputato per maltrattamenti in famiglia alla presenza di minori, ed arrestato nelle scorse settimane per aver violato il divieto di avvicinamento nei confronti della ex compagna, che negli anni sarebbe stata anche percossa e minacciata di morte.

Si sono costituite parte civile sia la donna vittima dei maltrattamenti, difesa dall’avvocato Monica Nassisi. che l’associazione ‘La Giusta Difesa – Aps’, rappresentata dall’avvocato Sara Polito. La giovane donna al centro della delicata vicenda è seguita proprio dallo sportello di Terracina per le vittime di violenza gestito da La Giusta Difesa, che presta attività di sostegno psicologico e assistenza legale.


“È molto importante non lasciare sole le donne vittime di violenza, in tutto il loro percorso, soprattutto in Tribunale” dichiara l’avvocato Nassisi, anche presidente dell’associazione. “In un momento così drammatico in cui la violenza dilaga, in modo particolare in ambito familiare, le donne devono sentirsi non abbandonate e devono sapere che c’è chi è pronto a battersi al loro fianco. L’ammissione come parte civile de La Giusta Difesa è il  riconoscimento dell’importante attività svolta dall’associazione a tutela delie donne e minori vittime di violenza”.