‘I Progetti del Cuore’ consegnano un mezzo attrezzato per i cittadini di Aprilia

La cerimonia di consegna alla presenza dei cittadini col taglio del nastro. Anche la showgirl Annalisa Minetti tra i sostenitori. Per l’Associazione C.B. Rondine Volontariato Protezione Civile è disponibile un Fiat Doblò attrezzato per il trasporto delle persone in difficoltà

Si è tenuta domenica 16 gennaio la cerimonia, con taglio del nastro, d’inaugurazione del mezzo di trasporto per l’Associazione C.B. Rondine Volontariato Protezione Civile di Aprilia. In questa occasione “I Progetti del Cuore”, avviati da qualche tempo sul comune, rendono disponibile un mezzo di trasporto perfettamente attrezzato sia per le attività di Protezione Civile che per lo spostamento delle persone anziane e diversamente abili del territorio.

L’iniziativa ha visto la consegna del mezzo al fine di permettere all’Associazione di erogare i servizi di assistenza alla popolazione in maniera completamente gratuita. Questo grazie all’acquisto e alla fornitura del veicolo allestito sia con le attrezzature necessarie alla Protezione Civile sia con la pedana elettroidraulica per il trasporto di persone diversamente abili. A ricevere il mezzo è stata l’Associazione C.B. Rondine Volontariato Protezione Civile, che ha a disposizione un Fiat Doblò attrezzato per il trasporto dei cittadini diversamente abili e in stato di necessità. Da sempre l’Associazione organizza le tante attività che, soprattutto in questo difficile momento, sono in gestione alla Protezione Civile: dall’assistenza alla popolazione, ai presidi e sopralluoghi, alla ricerca delle persone scomparse, fino ai numerosissimi servizi che, da inizio anno e ancora oggi, vengono effettuati per l’attuale emergenza sanitaria, come la consegna di mascherine, di pasti, il presidio davanti alle strutture sanitarie e l’assistenza alla popolazione nei luoghi di pubblici.


Il progetto è stato presentato domenica 16 gennaio presso il Palazzo Comunale, in Piazza Roma ad Aprilia. All’inaugurazione, per festeggiare l’arrivo del mezzo, era presente Marcello Pescheta, il Presidente dell’Associazione C.B. Rondine Volontariato Protezione Civile di Aprilia e la Vicepresidente Ada Marinelli, oltre ai volontari e tutti gli imprenditori che hanno reso possibile grazie al loro contributo questo meraviglioso progetto. “Avere un mezzo attrezzato per il trasporto dei nostri ragazzi è qualcosa di eccezionale – fanno presente le famiglie durante la cerimonia – che ci permette di avere finalmente una risposta alle nostre tante esigenze”.  

Questo mezzo è destinato alle persone meno abbienti, come anziani e diversamente abili – dice il Presidente Pescheta -. Per noi significa tanto avere a disposizione un mezzo del genere, con il quale riusciamo ad avere una marcia in più, garantendo un servizio alla cittadinanza. Noi prima utilizzavamo delle autovetture per fare fronte alle richieste della fascia debole della popolazione, ma non ci permettevano di avvicinarci alle persone con handicap e per noi questo rappresentava un problema. Adesso, grazie a questa iniziativa, possiamo tendere la mano alla cittadinanza e alla parte più bisognosa di essa, per far sentire meno sole e più autonome le persone che hanno bisogno come anziani, portatori di handicap in generale, anche giovani che hanno bisogno di essere accompagnati in centri medici per visite mediche, oppure in posti dove hanno necessità di andare come in farmacia, oppure a fare la spesa o negli hub vaccinali. Settimanalmente facciamo una quindicina di servizi e ci muoviamo sul territorio di Aprilia e zone limitrofe, ma se occorre ci spostiamo fino a Latina o a Roma. Ci fa davvero piacere offrire questo tipo di servizio di assistenza”.

A sostenere il progetto anche Annalisa Minetti, che aveva presentato l’iniziativa all’inizio nell’ambito dei “Progetti del Cuore”: “La mia esperienza personale mi ha resa particolarmente sensibile a tutte le iniziative con cui si cerca di migliorare la vita dei cittadini diversamente abili, al punto di avermi guidato verso “I Progetti del Cuore”, la vocazione di questa iniziativa è quella di contribuire a risolvere il problema, sempre più stringente per l’Amministrazione pubblica e per le associazioni di volontariato, della destinazione di fondi per l’acquisto di mezzi da trasformare e adibire al trasporto dei cittadini con disabilità o ridotta capacità motoria”. 

Ed è stato proprio grazie alla partecipazione delle attività locali che si è potuta garantire l’esistenza di questo un servizio, che corrisponde ad una necessità imprescindibile sul territorio. Le aziende che hanno aderito, oltre a trasferire sul proprio marchio il valore aggiunto di questo nobile servizio, hanno potuto sostenere e aiutare i membri più fragili della comunità.